Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaUrbanistica › Casa e quartiere: Oriol Nel.lo a Sassari
Red 23 maggio 2018
Si terrà giovedì la conferenza del professor Oriol Nel.lo, organizzato dal Comune di Sassari, dal Dipartimento di Architettura, design, urbanistica dell’Università degli studi di Sassari, da Tamalacà, spin-off sostenuta dall’Università di Sassari e da Sardarch, collettivo di architettura
Casa e quartiere: Oriol Nel.lo a Sassari


SASSARI - La rigenerazione urbana dei quartieri periferici ed il ruolo dell’urbanistica oggi nella trasformazione delle città e del territorio della Sardegna saranno i temi della conferenza “Urbanistica, casa e quartiere”, tenuta da Oriol Nel.lo, domani, giovedì 24 maggio alle 18, all'ex Biblioteca universitaria. Discuteranno con lui Arnaldo Cecchini, Francesco Indovina, Giovanni Maciocco, Patrizia Mercuri, Roberta Omoboni, Paola Pittaluga e Valentina Talu.

L'evento è organizzato dal Comune di Sassari, dal Dipartimento di Architettura, design, urbanistica dell’Università degli studi di Sassari, da Tamalacà, spin-off sostenuta dall’Università di Sassari e da Sardarch, collettivo di architettura. Oriol Nel.lo, è docente universitario, ha maturato esperienze di governo alla Generalitat della Catalunya e coopera attivamente alle politiche urbane del Comune di Barcellona.

Oggetto dell'incontro sarà la concezione dell'urbanistica, che nasce nella sua versione moderna ed “autonoma” in contesti diversi legati all’architettura, all’ingegneria, alla geografia, all’igiene ed alla necessità di riforme sociali. Serve studiare la materia come percorso disciplinare a se stante, con una figura professionale specifica. Occorre anche studiare urbanistica nelle scuole, dalla prima infanzia, nelle Pubbliche amministrazioni che si occupano di città territorio, ambiente e paesaggio. È tuttavia opportuno essere consapevoli che le politiche, i piani ed i progetti per gestire la città ed il territorio hanno bisogno di un cambio radicale di punto di vista e considerare il coinvolgimento dei cittadini un elemento necessario ed utile nella gestione delle trasformazioni, in un’ottica di contrasto alla diseguaglianza ed all’ingiustizia spaziale.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas