Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteParchi › La svolta: Capo Caccia, unica regia. Parco e Area marina, storica firma
M.V. 24 maggio 2018
Atto storico del ministro Gian Luca Galletti che firma il decreto che unifica la gestione dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana al Parco di Porto Conte. Grande soddisfazione ad Alghero
La svolta: Capo Caccia, unica regia
Parco e Area marina, storica firma


ALGHERO - Fino ad oggi ad Alghero vigeva uno dei paradossi più assurdi solo da immaginare: Parco e Area Marina vivevano da separati in casa. Con la firma del decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, si conclude l’iter amministrativo promosso dall’Amministrazione comunale per l’affidamento della gestione dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana al Parco di Porto Conte. Le due aree protette manterranno inalterate le proprie identità e ruoli, ma saranno gestite sotto una direzione unificata e da un solo organismo giuridico che sarà l’Azienda Speciale Parco di Porto Conte. Per il Sindaco Mario Bruno si tratta di un decreto storico, in grado di esaltare le grandi potenzialità dell'ambiente marino e terrestre della Riviera del Corallo.

«E' un atto atteso ed estremamente positivo - afferma Mario Bruno - non solo per dare piena efficienza alle due macchine operative, ma soprattutto per garantire una gestione ragionata delle risorse naturali che le due aree protette di fatto condividono. Era per noi diventata necessaria e non procrastinabile una gestione unificata per dare gambe a progetti di sviluppo e tutela che necessariamente devono andare in un'unica direzione». Soddisfatto anche l'Assessore all'Ambiente Raniero Selva che parla di un «risultato importante che chiude un iter complesso, auspicato da tempo e parte integrante degli obbiettivi programmatici della Giunta comunale».

Ora la gestione sarà più razionale e operativa, con una ottimizzazione di risorse economiche e professionali ma soprattutto un riferimento chiaro per l’utenza: gli uffici di Casa Gioiosa che diventeranno il quartier generale delle due aree protette algheresi. Una sede dove utenti, visitatori e scuole potranno scoprire e conoscere le attività svolte e le straordinarie bellezze naturali terrestri e marine grazie ai musei e agli allestimenti multimediali presenti. L’articolata fase di concertazione di questa importante decisione assunta dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha visto protagonisti a Roma la Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare con il suo Direttore Generale, la dott.ssa Maria Carmela Giarratano, e la dott.ssa Gabriela Scanu della Segreteria Tecnica del Ministro.

Al dicastero dell’Ambiente, l’Amministrazione comunale di Alghero e la stessa Azienda Speciale Parco di Porto Conte hanno sottoposto una seria e credibile proposta di gestione operativa delle due aree protette senza svilire o aumentare il ruolo di una rispetto all’altra, ma lavorando su un unico fronte: la sinergica tutela e valorizzazione delle risorse naturali insistenti negli oltre cinquemila ettari di territorio, oltre 60km di coste e 2mila e seicento ettari di superficie marina. Proposta che è stata valutata con estrema positività dal Ministero dell’Ambiente e dalla Regione Sardegna.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas