Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaAeroporto › Otto ore di ritardo per il volo Alghero-Bologna
Red 27 maggio 2018
Nei giorni scorsi, il Ryanair che sarebbe dovuto decollare dal Riviera del corallo alle 16.20 è atterrato al Guglielmo Marconi oltre l´1 di notte. Diversi passeggeri potrebbero adire alle vie legali
Otto ore di ritardo per il volo Alghero-Bologna


ALGHERO – Un volo di 75', che si è trasformato in un'odissea conclusa con circa otto ore di ritardo. E' quello che è accaduto nei giorni scorsi ai passeggeri del volo Alghero-Bologna targato Ryanair, che pare adiranno alle vie legali. Giunti regolarmente all'aeroporto Riviera del corallo per prendere il volo previsto per le 16.20, hanno effettuato i controlli di prassi, per poi sentirsi annunciare un primo ritardo legato, pare, allo sciopero dei controllori di volo in Francia.

Dopo circa un'ora e mezza di attesa, è arrivato all'annuncio ufficiale: decollo alle 21.45. A quel punto, piuttosto arrabbiati e, pare, lasciati in balia degli eventi, i passeggeri si sono rifocillati al bar della zona partenze, dove ormai erano già arrivati. Bar che, al termine di una lunga giornata, ha consumato quanto aveva e ha quindi dovuto chiudere. Solo a quel punto, è stato spiegato dai passeggeri, sono arrivati dei “buoni” da parte della compagnia aerea.

Dopo un ulteriore quarto d'ora di ritardo, alle 22 è arrivato il momento dell'imbarco. Tutto risolto? Purtroppo no. Infatti, a quel punto si è incastrato all'aereo il traino per il “pushback” (la retromarcia per allontanarsi dal terminal prima della fase di rullaggio). A quel punto, una passeggera alterata ha iniziato a protestare in maniera vibrante ed è stata allontanata dal velivolo (e ripartita il giorno successivo). Dopo altre due ore con i passeggeri a bordo, l'aereo ha effettuato finalmente il decollo, atterrando oltre l'1 di notte al Guglielmo Marconi di Bologna.
13/11/2018
L’assessore regionale dei Trasporti Carlo Careddu ha firmato oggi una richiesta rivolta all’Enac ed alle compagnie aeree che operano sulle rotte in continuità territoriale affinché sia prorogata la vendita dei biglietti attraverso i canali autorizzati oltre la data del 31 marzo 2019 e fino all’aggiudicazione del nuovo bando
© 2000-2018 Mediatica sas