Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaCommercio › Export: novità in Sardegna
Red 31 maggio 2018
Novità nel settore dell´industria nell´Isola. La Giunta regionale ha approvato le integrazioni al Piano di internazionalizzazione. Nuove iniziative a supporto dell´export
Export: novità in Sardegna


CAGLIARI - Proseguono le attività predisposte dall’Assessorato regionale dell’Industria a supporto delle aziende sarde che intendono affacciarsi sui mercati esteri. Su proposta dell’assessore Maria Grazia Piras, la Giunta regionale ha approvato una delibera con la quale si integra il Programma regionale triennale di internazionalizzazione 2017-2020. Il provvedimento consente di perfezionare gli interventi e le azioni già previste dal Programma nel 2018 e nel 2019 e da mandato all’Assessorato di rafforzare il percorso di collaborazione con Ice–Agenzia, attraverso la stipula di un’apposita convenzione quadro, e, qualora sussistano le condizioni, con l’Unione delle Camere di commercio della Sardegna.

«Stiamo integrando le nostre strategie sull’export prevedendo specifiche azioni e nuove missioni all’estero a favore delle piccole e medie imprese sarde che abbiano intenzione di misurarsi con i mercati stranieri - afferma Piras - In questi anni, abbiamo portato avanti numerose azioni con un impegno finanziario di oltre 20milioni di euro: bandi per aziende singole, associate e in rete, forum tematici, partecipazione a eventi di caratura mondiale, Export Lab per la formazione di export manager, corsi che hanno avuto un alto gradimento da parte delle imprese. Ora – aggiunge l’assessore – abbiamo deciso di integrare le schede degli interventi del nostro Programma per continuare a dare sostegno a quei settori che hanno dimostrato di potersi affacciare con successo nei mercati esteri. Mi riferisco all’agroalimentare, con particolare riferimento al mercato nordamericano e scandinavo, alle imprese dell’Ict e alle start up, puntando soprattutto su Israele e Gran Bretagna, e al settore lapideo, che ha buoni riscontri nei mercati arabi, e ai settori del tessile e del design, a quelle imprese che con la creatività danno valore aggiunto alle nostre produzioni».

Negli ultimi tre anni, il supporto della Regione, grazie al Programma dell’Assessorato dell’Industria, è stato fondamentale in alcune missioni di piccole e medie imprese all’estero, da Singapore a Londra, da Los Angeles a Las Vegas, dove la Sardegna, regione più rappresentata tra quelle italiane, ha potuto presentare al Ces i prodotti di alcune delle eccellenze del settore Ict. Tra le iniziative previste per il 2018, alcune delle quali dedicate proprio alle imprese innovative, c’è anche la partecipazione delle aziende del settore vitivinicolo in Canada. Le imprese (ne saranno selezionate massimo diciotto) potranno essere presenti alla 23esima edizione della manifestazione “Grandi degustazioni in Canada”, destinata a promuovere le aziende italiane del settore in uno dei mercati più importanti a livello mondiale. Infatti, il Canada è uno dei maggiori paesi consumatori di vini di importazione: nel 2017, il consumo è stato pari a 467milioni di litri e la quota del prodotto importato dall’Italia, primo fornitore per valore e quantità, è pari a 14percento. L’evento si articolerà in due momenti, la tappa West, a Vancouver lunedì 22 ottobre ed a Calgary mercoledì 24, e la tappa East, a Toronto lunedì 29 ottobre ed a Montreal mercoledì 31. La partecipazione all’iniziativa è gratuita e saranno ammesse otto imprese per la tappa West e massimo dieci per la tappa East. Saranno a carico della Regione le spese di organizzazione e di realizzazione della manifestazione. Le imprese selezionate avranno un supporto finanziario pari al 75percento delle spese di vitto ed alloggio per un solo partecipante per ciascuna impresa. Invece, saranno a carico delle aziende i costi del viaggio e le spese di spedizione dei prodotti.

Nella foto: l'assessore regionale Maria Grazia Piras
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas