Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaSicurezza › Cyberbullismo: interviene Ganau
Red 2 giugno 2018
«Il mio impegno per accelerare la proposta di legge depositata dal gruppo Pd in Consiglio regionale», assicura il presidente della massima assise isolana
Cyberbullismo: interviene Ganau


SASSARI – «L'impegno che prendo è quello che la proposta di legge regionale di contrasto al fenomeno del cyberbullismo, depositata a marzo dal consigliere Comandini, diventi al più presto legge e quindi che il passaggio in Commissione sia il più rapido possibile. Si tratta di uno strumento in più in grado di completare e rafforzare la legge nazionale, approvata lo scorso anno dal Governo». È l'impegno assunto ieri pomeriggio (venerdì) dal presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, durante i lavori della tavola rotonda “Mai più bulli e cyberbulli”, organizzata nell'Aula Magna dell'Università degli studi di Sassari dall'Unicef Sardegna e moderata dalla giornalista Daniela Scano, alla quale sono intervenuti, tra gli altri, Paolo Picchio (il padre di Carolina, morta suicida nel 2013, perché vittima di cyberbullismo), Elena Ferrara (senatrice del Pd, promotrice e prima firmataria della legge n.71 del 2017 sulla prevenzione ed il contrasto del fenomeno) e la garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza Grazia Maria De Matteis.

Ganau ha illustrato la proposta di legge n.496, depositata a marzo dal gruppo Pd in Consiglio regionale, costruita sul modello della legge nazionale, e che prevede una serie di azioni mirate al contrasto del fenomeno: la promozione dell'educazione civica digitale, un piano triennale di sensibilizzazione ed informazione rivolto ai minori ed agli adulti da realizzare in ambito scolastico, corsi di formazione per operatori e genitori, programmi di sostegno per le vittime e le loro famiglie, uno sportello di ascolto diffuso sul territorio ed un tavolo tecnico da istituire nella Giunta regionale con il supporto e l'apporto dell'attività svolta dalla garante regionale, dal Corecom Sardegna e dall'osservatorio permanente per la prevenzione dei bullismi, istituito nell'Ufficio scolastico regionale della Sardegna nel 2007. Il massimo rappresentante dell'Assemblea sarda si è soffermato a lungo sull'attività di sensibilizzazione e informazione portata avanti in questi anni dal Corecom Sardegna «molto prima che la delega sulla tutela dei minori nella programmazione radiotelevisiva locale venisse estesa anche al web con la stipula dell'Accordo quadro tra Agcom e la Conferenza delle Regioni. Il nostro Corecom è stato uno dei primi in Italia ad avviare una campagna specifica sul fenomeno - ha aggiunto Ganau - in sinergia con la Polizia postale e avvalendosi della collaborazione del giornalista Luca Pagliari, autore televisivo ed esperto di comunicazione».

Il Corecom Sardegna ha coinvolto centinaia di studenti degli istituti superiori di Sassari, Cagliari e Nuoro con la campagna “Socialmente consapevoli”, proposta dal 2015 per ogni anno scolastico attraverso lo spettacolo teatrale “Like–Storia di vita online”, la diffusione e promozione del libro di Giammaria De Paulis “Facebook Genitori alla riscossa” (un vero strumento guida per non smarrire i propri figli on-line) ed il progetto “New Tribes” (iniziativa rivolta agli studenti delle scuole superiori e costruita su un format giornalistico–teatrale, caratterizzata da una forte interattività con i ragazzi coinvolti). «Il Corecom ha svolto un lavoro straordinario di sensibilizzazione e informazione – ha sottolineato il presidente Ganau – intervenendo in maniera efficace con azioni di prevenzione ed educazione al rispetto, lavoro che oggi può contare anche sul supporto e la collaborazione della Garante per l'infanzia e l'adolescenza, figura di cui finalmente anche la Regione Sardegna si è dotata».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
19:11
L’ordigno, del tipo carica di lancio da 75millimetri, è stato rinvenuto nelle acque a sud–sud/est dell’isola di Figarolo, vicino al sito di immersione “Il Presepe”, ad una distanza di circa 20metri dalla costa e ad una profondità di circa 4,5metri
13:06
La Giunta regionale finanzia le esercitazioni di Protezione civile. «Ulteriore contributo per ottimizzare il sistema per la sicurezza della popolazione», sottolinea l´assessore regionale della Difesa dell´ambiente Donatella Spano
15/10/2018
«Il sistema è cresciuto, più sforzi in cultura di prevenzione», dichiarano il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru e l´assessore regionale della Difesa dell´ambiente Donatella Spano, al termine dell´incontro con il capo della Protezione civile
© 2000-2018 Mediatica sas