Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaCultura › A Stintino l´ambasciatore slovacco in Italia
M.P. 4 giugno 2018
Si chiude al Mut la mostra sul centenario della Prima Guerra Mondiale. Il diplomatico sarà poi sull´Asinara per rendere omaggio ai suoi connazionali deportati sull´isola durante il primo conflitto mondiale
A Stintino l´ambasciatore slovacco in Italia


STINTINO - E' la storia a unire slovacchi e isola dell'Asinara. Qui, cent'anni fa, furono numerosi i soldati cecoslovacchi che, assieme ai circa 22mila soldati dell’esercito austro-ungarico, vennero deportati come prigionieri. A loro renderà omaggio il 6 giugno l'ambasciatore slovacco a Roma Jàn Soth che, prima, parteciperà al Mut di Stintino alla chiusura della mostra “Centenario della Prima Guerra Mondiale 1914 – 1918”, e poi sarà sull'isola dell'Asinara.

Una visita quella dell'ambasciatore che, con la mostra dei pannelli fotografici che ripercorrono la storia di una Nazione, la Cecoslovacchia, e ritraggono i soldati cecoslovacchi al fronte e in Italia durante il primo conflitto mondiale, si inserisce nel lungo programma di eventi organizzato dall'amministrazione comunale di Stintino. Una serie di appuntamenti che hanno preso il via nel 2013, con il progetto “Commemorazioni di pace: i profughi e i prigionieri nell’isola dell’Asinara”.

L'arrivo dell'ambasciatore Jàn Soth è previsto per le 10,50 del 6 giugno al Mut, dove ad attenderlo ci saranno il sindaco di Stintino Antonio Diana, il prefetto Giuseppe Marani e il comandante della Regione militare autonoma della Sardegna, il generale Giovanni Domenico Pintus.
Dopo i saluti delle autorità civili e militari è prevista la visita alla mostra curata da Gabriela Dudeková dell'Istituto di storia dell'Accademia slovacca delle Scienze, in collaborazione con l'Archivio del Club di storia militare “Beskydy”.

L'esposizione ha ottenuto l'alto patronato del ministero degli Affari Esteri della Repubblica Slovacca. All'incontro parteciperanno anche Luciano Gutierrez, delegato del rettore dell'Università di Sassari, e Salvatore Rubino, rappresentante del Comitato di indirizzo della Fondazione di Sardegna. Alle 14, invece, le autorità si sposteranno sull'isola dell'Asinara dove è prevista una cerimonia di commemorazione all'ossario di Campo Perdu, alla presenza dell'ambasciatore slovacco e dell'arcivescovo di Sassari Gianfranco Saba. Dopo una visita a Cala Reale, il rientro a Stintino è previsto per le ore 16,30.
20/9/2018
«Il diritto romano è materia viva, per la capacità anche oggi di adattarsi a diverse realtà locali», ha dichiarato l’assessore regionale del Lavoro Virginia Mura, in apertura della 20esima edizione
© 2000-2018 Mediatica sas