Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaDisservizi › Oasi-fantasma: Maristella si ribella
S.O. 5 giugno 2018
«Spero per l´Assessore Selva che non stia tentando di far passare dei cassonetti in fila per oasi ecologica, sarebbe una beffa tale che ci vedrebbe costretti a percorrere qualsiasi via legale per difendere i diritti degli abitanti di Maristella»
Oasi-fantasma: Maristella si ribella


ALGHERO - «Gli abitanti della Borgata di Maristella, non si sa per quale arcano motivo sono stati privati dei cassonetti stradali presenti in tutte le vie della borgata. Naturalmente chi di solito abbonda con paroloni come condivisione, bene comune, senso civico, educazione, si è dimenticato di informare e condividere questa nuova "genialata" che otterrà un unico risultato: creare una nuova discarica proprio al centro della borgata, nelle vicinanze di due attività commerciali anche di ristorazione».

I ritardi nella realizzazione dell'isola ecologica a Maristella, annunciata in più occasioni ma mai ancora installata, fanno perdere la pazienza agli abitanti della borgata, che per bocca della loro presidente, Antonina Desogos, criticano l'ultima scelta di posizionare una lunga fila di cassonetti: «Se mettere in fila numerosi cassonetti stradali, senza recinzione e vigilanza, per l’Assessore Selva rappresenta la realizzazione della tanto attesa oasi ecologica allora non ci siamo proprio» dice amareggiata.

«Ho cercato personalmente l'Assessore per avere rassicurazioni a riguardo ma non ha risposto. Se tutto è come sembra - denuncia Desogos - rappresenterebbe solo l'ennesimo certificare il fallimento totale di un servizio che invece dovrebbe garantire igiene e decoro, ancor più in un territorio interamente circondato dal Parco Naturale di Porto Conte. Con fermezza richiediamo la realizzazione dell'oasi ecologica così come previsto nel capitolato e promessa entro l'estate. Non vediamo perché la stragrande maggioranza degli abitanti di Maristella da oggi, a ragione ancora più esasperati, debbano fare quasi un chilometro per depositare i rifiuti in quella che sarà la prossima discarica a cielo aperto, sebbene gli stessi abitanti paghino il 100% della Tari al pari degli abitanti di Alghero, dove la spazzatura viene ritirata porta a porta» conclude Tonina Desogos.
Commenti
21/6/2018
Potrebbe non veder mai la luce la sede centrale Inps in Piazza dei mercati ad Alghero. L´istituto di previdenza, infatti, inserisce quella di Alghero (via Vittorio Emanuele), tra le sedi decentrate sarde oggetto di ridimensionamento. Con Alghero anche Ozieri e Tempi nel nord Sardegna. L´intervento di Gianfranco Ganau
22/6/2018
Fatturazione elettronica per la distribuzione dei carburanti: ancora niente strumenti tecnici ad una settimana dalle scadenza di legge. I gestori scrivono ai ministri Di Maio e Tria ed ai sottosegretari Giorgetti e Garavaglia chiedendo un incontro immediato ed un provvedimento d’urgenza
© 2000-2018 Mediatica sas