Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaUrbanistica › Zone F4: se ne parla a Sassari
Red 8 giugno 2018
Prosegue l´iter per la realizzazione di nuovi insediamenti turistico-alberghieri nel territorio comunale sassarese. Il sindaco Nicola Sanna commenta la situazione attuale
Zone F4: se ne parla a Sassari


SASSARI - «Un ulteriore passo avanti nello sviluppo di un modello di turismo sostenibile, che valorizzi il patrimonio storico, archeologico e ambientale del nord-ovest». Così, il sindaco di Sassari Nicola Sanna commenta la presentazione di quattordici manifestazione d'interesse per il bando per le “Zone F4”, ovvero le aree del territorio comunale che possono accogliere nuovi insediamenti turistico-alberghieri.

Il bando, il cui termine ultimo era il 31 maggio, ha l'obiettivo di incrementare gli insediamenti turistici in cinque zone, la fascia periurbana, che si estende in prossimità del centro abitato, Platamona ed Ottava, Biancareddu, Villa Assunta, l'Argentiera e Porto Palmas. «Le proposte pervenute sono firmate anche da soggetti internazionali – sottolinea Alessandro Boiano, assessore comunale alle politiche per la pianificazione territoriale, attività produttive ed edilizia privata - segno che gli incontri che si sono svolti sul territorio e all'estero, a Bratislava, a Praga e a Cannes negli scorsi mesi, hanno portato all'attenzione degli operatori nazionali e internazionali le possibilità di sviluppo del territorio». Un primo step, dunque, verso la realizzazione di nuove strutture alberghiere in aree che, ad oggi, risultano prive o carenti di servizi.

Nel rispetto del Piano paesaggistico regionale, e con una precisa attenzione alla eco-sostenibilità ed alla destagionalizzazione, il Comune di Sassari punta alla creazione di un sistema in grado di mettere in relazione le realtà locali e di coinvolgere l’intera filiera e le imprese interessate, artigiane, agricole e di servizi (ristorazione, trasporti, cultura). «È un progetto a macroscala territoriale innovativo – conclude Boiano – indice di un cambiamento culturale. Dopo le prime fasi operative, ci avviamo alla fase di valutazione delle proposte da parte di una commissione tecnica. I termini per la presentazione delle domande sono comunque sempre aperti a ulteriori candidature».

Nella foto: un incontro sull'argomento
Commenti
15:23
Crediamo sia giunto il momento anche di riflettere e decidere sul nodo “strade ex poderali della Nurra algherese”, che in questo momento stanno nella “terra di nessuno”, nel limbo delle responsabilità, nonostante la Regione Sardegna stia invitando i Comuni a prenderle in carico, con tutto quello che ne consegue
15/10/2018
Un intervento imponente, necessario, che durerà circa tre mesi ed interesserà sia la strada, sia i marciapiedi. È iniziato nei giorni scorsi e nei prossimi riguarderà anche la zona dei parcheggi nella parte più alta della via
© 2000-2018 Mediatica sas