Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaAmbienteAmbiente › Giardini storici di Sardegna: fine settimana a Caprera
Red 9 giugno 2018
Oggi e domani, L´isola-giardino dove Giuseppe Garibaldi trascorse gli ultimi ventisei anni di vita, ed il Compendio garibaldino, il museo più visitato in Sardegna, saranno protagonisti della sesta Passeggiata nella bellezza nei sette “Giardini storici di Sardegna”
Giardini storici di Sardegna: fine settimana a Caprera


CAPRERA - Un nuovo week-end all’insegna di natura, cultura, storia, turismo lento e accessibilità. Oggi (sabato) e domani, domenica 10 giugno, Caprera, isola-giardino dove Giuseppe Garibaldi trascorse gli ultimi ventisei anni di vita, ed il Compendio garibaldino, il museo più visitato in Sardegna, saranno protagonisti della sesta Passeggiata nella bellezza nei sette “Giardini storici di Sardegna”. “Anche in questo penultimo appuntamento - dichiara l'assessore regionale del Turismo Barbara Argiolas - le passeggiate nei Giardini storici propongono un pezzo suggestivo e importante della nostra storia: il “buen retiro” dove Garibaldi scelse di vivere l'ultima parte della sua vita in armonia con la natura. Una testimonianza che ribadisce l'importanza di un rapporto equilibrato col paesaggio e l'ambiente e di una sostenibilità che oggi guida ancora di più il nostro lavoro per la valorizzazione turistica di Caprera, dell'arcipelago de La Maddalena e della Sardegna”.

L’iniziativa, attivata dall’Assessorato regionale del Turismo, artigianato e commercio, in collaborazione con il Polo museale della Sardegna-Mibact, con l'Università degli studi di Cagliari, con i Comuni dei parchi coinvolti, con l'Unione dei Comuni del Marghine e con l'agenzia regionale Forestas, punta a valorizzare le eccellenze botaniche, naturalistiche e paesaggistiche della Sardegna, insieme a storia e cultura, con l’obiettivo di promuovere un’offerta di qualità nell’ambito del segmento del turismo lento: valori perfettamente interpretati da Caprera, seconda isola (per dimensioni) dell’arcipelago della Maddalena.

I sette eventi alla scoperta dei Giardini storici rientrano nel programma “Primavera accessibile 2018”, parte del progetto di turismo accessibile “Itaca-Itinerari turistici accessibili aperti”, finanziato dal Programma di cooperazione Interreg Marittimo It-Fr 2014-2020. Come le precedenti “passeggiate” nei Giardini storici, anche l’appuntamento di Caprera è diviso in due giornate. Il sabato è dedicato agli addetti ai lavori, con una visita “ragionata” al Compendio garibaldino, immerso in uno spettacolare contesto naturale, e riflessioni guidate riservate a partner e stakeholder del progetto Itaca, ossia associazioni di sostegno a persone disabili ed imprese di servizi e settori produttivi (turismo, artigianato e commercio). Come negli appuntamenti precedenti, la visita sarà occasione di approfondimento sull’importanza della fruibilità degli spazi e finalizzata all’elaborazione di proposte per la promozione e lo sviluppo del turismo accessibile in Sardegna. Grazie al sistema partecipativo bottom up, che ha caratterizzato forum e laboratori sull’accessibilità dei precedenti eventi di Milis, Cagliari, Sassari e Laconi e Bolotana, i contributi dei visitatori ed addetti ai lavori saranno d’ispirazione per le linee guida che indichino gli standard qualitativi di accessibilità nell’Isola, replicabili nell’area interessata dal programma di cooperazione transfrontaliera.

La seconda giornata, domani, prevede visite guidate al parco aperte al pubblico (su prenotazione) e gratuite. In tutto il week-end, sarà proiettato nel museo il video realizzato in occasione della “Seconda giornata nazionale del paesaggio” dal titolo: “Caprera: proiezioni del passato. Storia di un paesaggio che si conserva e si trasforma”. La vita attivissima e straordinaria di Garibaldi ebbe a Caprera un nuovo motivo di passione per alberi ed agricoltura. Il generale trovò modo e tempo di rendere coltivabili alcune parti dell’isola, studiando agronomia e botanica. I precedenti cinque week-end (a marzo, a Milis; ad aprile ,a Cagliari e Sassari; a maggio, a Laconi e Bolotana) hanno registrato un successo, sia in termini di pubblico, con migliaia di visitatori, sia di soddisfazione di amministrazioni e delle associazioni coinvolte. Dopo la visita all’arcipelago maddalenino, il settimo ed ultimo evento finale sarà sabato 23 e domenica 24 giugno, al parco di San Leonardo di Siete Fuentes di Santu Lussurgiu, “in casa” del Comune capofila del progetto: in quell’occasione, saranno presentati i risultati ottenuti attraverso il coinvolgimento dei visitatori in merito ad accessibilità e fruibilità dei parchi e del territori.
Commenti
13/7/2018
SONDAGGIO | Il Parco di Porto Conte applica il ticket d'ingresso per il compendio di Punta Giglio nella splendida Baia di Porto Conte ad Alghero. Sarà in vigore per i non residenti dal 16 luglio al 30 settembre 2018
13/7/2018
L´istituzione del ticket d´ingresso al compendio naturalistico di Punta Giglio non piace alla presidente del Comitato di borgata di Maristella, Tonina Desogos, che si scaglia contro il direttore Mariano Mariani e chiede che il 100% degli introiti vada alla riqualificazione delle borgate
© 2000-2018 Mediatica sas