Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaCronaca › Evasione fiscale e lavoro nero: società nei guai
Red 9 giugno 2018
Nel corso della costante azione di contrasto all’evasione fiscale ed al lavoro nero, le Fiamme gialle hanno concluso una verifica nei confronti di una società operante nel Cagliaritano, nel settore della ristorazione. Nascosti al fisco ricavi per 248mila euro ed impieganti dipendenti in modo irregolare
Evasione fiscale e lavoro nero: società nei guai


CAGLIARI - Nel corso della costante azione di contrasto all’evasione fiscale ed al lavoro nero, le Fiamme gialle hanno concluso una verifica nei confronti di una società operante nel Cagliaritano, nel settore della ristorazione. L’azione dei finanzieri in forza alla Tenenza di Muravera è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’Iva e dell’Irap, nonchè al controllo dell’osservanza degli obblighi correlati alla regolare assunzione dei lavoratori.

All’esito della verifica, è stato constatato che la società ha operato inosservando gli obblighi contabili e dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, per l’annualità sottoposta a controllo evasore totale. Le operazioni di servizio hanno evidenziato la mancata dichiarazione di ricavi per 248mila euro, irap per 90mila euro ed Iva per oltre 25mila euro. Sul fronte del contrasto al lavoro nero ed irregolare, i militari hanno accertato numerose violazioni da parte del titolare dell’attività alla disciplina che regola i rapporti di lavoro di tipo subordinato. Difatti, è stato riscontrato che, dei dodici dipendenti individuati, sei di loro, per pià periodi, hanno prestato la loro opera lavorativa “in nero”, priva cioè di una regolare contrattualizzazione e delle relative garanzie a tutela del lavoratore.

Analizzando le posizioni contrattualizzate, i finanzieri hanno riscontrato ulteriori irregolarità relative alla tipologia di lavoro prestato (alcuni dipendenti venivano assunti part-time, mentre in realtà operavano a tempo pieno), alla parziale indicazione in busta paga dei giorni e delle ore effettivamente lavorate (con la conseguenza della mancata liquidazione e retribuzione delle competenze effettivamente spettanti) ed al mancato riconoscimento, in alcuni casi, del diritto di usufruire del riposo settimanale o, per altri, di fruire del periodo di ferie. Sono state contestate violazioni per un ammontare complessivo di oltre 95mila euro, con conseguente interessamento degli istituti previdenziali ed assistenziali per la rideterminazione dei contributi da versare ai lavoratori.
21/9/2018
In manette con l’accusa di furto aggravato in concorso sono finiti due fratelli di Bono, S.G. di 27 anni e G.G. di 33 anni, entrambi noti alle forze dell’ordine per piccoli precedenti penali legati a furti e ricettazione
13:16
I militari della locale Stazione durante un posto di controllo, hanno fermato un 50enne del posto, avendo mostrato evidenti segni di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanza alcoliche
11:14
I Carabinieri della Stazione di Isili, nell’ambito delle indagini finalizzate al contrasto del fenomeno delle clonazioni delle carte di pagamento, hanno segnalato alla competente Autorità giudiziaria una donna di origini campane
8:13
Nei giorni scorsi, gli agenti della locale Sottosezione Polfer, hanno eseguito un provvedimento dell’Autorità giudiziaria nei confronti di un 30enne che, dopo un controllo, è risultato destinatario dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora, per reati relativi agli stupefacenti
19/9/2018
Nei giorni scorsi, il Tribunale del Riesame di Sassari ha rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dai legali del 40enne e del 36enne marocchini responsabili dell’omicidio aggravato, in concorso tra loro, della loro connazionale 34enne Badir Zeneb
© 2000-2018 Mediatica sas