Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Rifiuti abbandonati nell’agro: Barracelli all´opera
Red 11 giugno 2018
Venerdì, durante un servizio di polizia ambientale, una pattuglia ha fermato una persona che aveva scaricato, all’interno dei cassonetti fuori città, rifiuti frutto di ristrutturazione edile e per il quale sono in corso indagini che portino al committente
Rifiuti abbandonati nell’agro: Barracelli all´opera


ALGHERO - Non differenziare i rifiuti, specie se ingombranti, o gettarli nei cassonetti nell’agro è una cattiva abitudine che contribuisce ad alimentare il degrado del territorio, oltre che nuocere gravemente all’ambiente. Per chi non rispetta le regole imposte dal Comune di Alghero, la tolleranza zero sarà assicurata. In sinergia con l’Assessorato comunale all’Ambiente, il Comando Barracelli ha intensificato i controlli e, grazie ad una serie di accorgimenti operativi, sta intervenendo in maniera più incisiva per colpire queste condotte illecite.

Spesso, i responsabili di questi comportamenti sono soliti adottare numerose cautele per passare inosservati ma, alla fine, i risultati, sotto il profilo preventivo e repressivo, stanno arrivando. Gli appostamenti diurni e notturni, concentrati in prossimità dei cassonetti presenti nell’agro, hanno consentito di identificare e sanzionare diverse persone: venerdì, una pattuglia dei barracelli, durante un servizio di polizia ambientale, ha fermato una persona che aveva scaricato, all’interno dei cassonetti fuori città, rifiuti frutto di ristrutturazione edile e per il quale sono in corso indagini che portino al committente. Inoltre, grazie alla collaborazione dei Carabinieri della Stazione di Fertilia, al trasgressore è stato sequestrato il veicolo, in quanto privo di copertura assicurativa.

Spesso, i rifiuti che hanno origine da piccoli interventi di manutenzione o ristrutturazione “casalinghi-fai da te” e parte della filiera è assolutamente “in nero”. Poi, c’è chi utilizza il trasporto proprio o un automezzo privato di “svuota cantine” più o meno regolari, che si fanno pagare per ritirare i rifiuti che poi, invece di essere smaltiti negli Ecocentro, vengono abbandonati nell’agro o in aree boschive. Ed ancora, i cittadini che, pur di non fare la differenziata, gettano i rifiuti nei cassonetti sparsi fuori città. Esiste un metodo semplice ed economico per rimuovere i rifiuti ingombranti, senza rischiare multe salate e, soprattutto, nel rispetto dell’ambiente e del decoro cittadino: gli Ecocentro di Galboneddu ed Ungias-Galantè oppure, concordando con la Ciclat, il ritiro sotto casa, telefonando al numero verde 800/543999, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.
21/9/2018
In manette con l’accusa di furto aggravato in concorso sono finiti due fratelli di Bono, S.G. di 27 anni e G.G. di 33 anni, entrambi noti alle forze dell’ordine per piccoli precedenti penali legati a furti e ricettazione
13:16
I militari della locale Stazione durante un posto di controllo, hanno fermato un 50enne del posto, avendo mostrato evidenti segni di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanza alcoliche
11:14
I Carabinieri della Stazione di Isili, nell’ambito delle indagini finalizzate al contrasto del fenomeno delle clonazioni delle carte di pagamento, hanno segnalato alla competente Autorità giudiziaria una donna di origini campane
8:13
Nei giorni scorsi, gli agenti della locale Sottosezione Polfer, hanno eseguito un provvedimento dell’Autorità giudiziaria nei confronti di un 30enne che, dopo un controllo, è risultato destinatario dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora, per reati relativi agli stupefacenti
19/9/2018
Nei giorni scorsi, il Tribunale del Riesame di Sassari ha rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dai legali del 40enne e del 36enne marocchini responsabili dell’omicidio aggravato, in concorso tra loro, della loro connazionale 34enne Badir Zeneb
© 2000-2018 Mediatica sas