Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresAmbienteSoccorsi › Porto Torres: «la pulizia delle spiagge è quotidiana»
M.P. 28 giugno 2018
L´amministrazione: «Gli uffici hanno attivato le procedure per l´affidamento del servizio di salvamento»
Porto Torres: «la pulizia delle spiagge è quotidiana»


PORTO TORRES - «Le spiagge vengono pulite tutti i giorni nel periodo estivo, come previsto dal capitolato: il servizio è in capo dal primo giugno alla società che gestisce le attività di igiene urbana. Sinceramente non comprendiamo il motivo per cui si continui ad affermare che le spiagge sono sporche, visto che non risultano pervenute né agli uffici né sull'app Municipium le “raffiche di proteste” di cui si parla sui giornali. Abbiamo potenziato il servizio: su tutti litorali sono presenti da tre stagioni i bidoni per la raccolta differenziata, pochi mesi fa abbiamo introdotto nuovi contenitori multiscomparto e incrementato il numero dei cestini gettacarta, che sul Lungomare vengono svuotati due volte al giorno proprio in considerazione del fatto che la frequenza di persone aumenta in maniera considerevole nel periodo estivo». L'assessora all'Ambiente, Cristina Biancu, fornisce precisazioni sulla pulizia delle spiagge urbane.


«L'amministrazione ha messo in campo ogni soluzione possibile per mantenere le spiagge pulite. Non possiamo essere ritenuti colpevoli se gli incivili a fine giornata abbandonano la spazzatura sulla spiaggia piuttosto che gettarla nei contenitori che abbiamo posizionato sui litorali e sul Lungomare. Quando si fa riferimento alla posidonia, inoltre – aggiunge l'assessora – occorre sempre ricordare che non si tratta di un materiale che deve essere soggetto a “bonifica”». Allo stato attuale la posidonia occupa solo una porzione minore della spiaggia dello Scogliolungo e sia la Regione che gli enti ambientali ne sconsigliano la rimozione soprattutto quando le quantità sono ridotte.

«In ogni caso,- conclude l'assessora - per venire incontro alle esigenze di alcuni cittadini, abbiamo chiesto comunque un parere alla Regione, pervenuto tre giorni fa. Siamo stati autorizzati allo spostamento e quest'attività rientrerà all'interno di un progetto di integrazione con lo Sprar, che verrà realizzato nei primi giorni di luglio nell'ambito delle attività previste per la Giornata del Rifugiato»». «Abbiamo già dato mandato da qualche settimana al Comando di Polizia Locale di predisporre gli atti per il salvamento e l'accessibilità ai disabili – afferma il sindaco Sean Wheeler – ma ci è stato comunicato che per motivi burocratici non è stato possibile anticipare la partenza del servizio. Abbiamo espresso il nostro rammarico, ma l'auspicio è che il servizio possa essere avviato ai primi di luglio, in linea con le tempistiche degli anni passati».
© 2000-2018 Mediatica sas