Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaPoliticaSanità › Isole minori: 1500euro alle neo-mamme
Red 7 luglio 2018
L’assessore regionale della Sanità Luigi Arru ha firmato martedì il decreto che stabilisce le modalità e le procedure di erogazione del contributo alle partorienti nelle isole minori che, per mancanza anche temporanea del punto nascita, partoriscono in altre strutture regionali
Isole minori: 1500euro alle neo-mamme


LA MADDALENA - L’assessore regionale della Sanità Luigi Arru ha firmato martedì il decreto che stabilisce le modalità e le procedure di erogazione del contributo alle partorienti nelle isole minori che, per mancanza anche temporanea del punto nascita, partoriscono in altre strutture regionali. «Lo stanziamento è stato previsto dalla legge regionale finanziaria 2018 – spiega Arru – con l’obiettivo di far fronte ai disagi derivanti dalle condizioni di insularità e delle difficoltà dei trasporti via mare delle partorienti».

Il contributo, per un massimo di 1500euro, è destinato alle donne residenti nei Comuni di Carloforte e di La Maddalena da almeno dodici mesi antecedenti alla data del parto, che hanno partorito in uno dei Punti nascita pubblici o privati dell’Isola. Le richieste potranno essere inoltrate entro sessanta giorni dal parto secondo la modulistica che verrà messa a disposizione dall’Azienda per la tutela della salute. Le donne che hanno maturato i requisiti tra l’entrata in vigore della Finanziaria 2018 e la pubblicazione del decreto potranno presentare l’istanza entro sessanta giorni dalla pubblicazione sul Buras dello stesso decreto.

«L'istituzione del contributo per le neomamme, assieme ad un percorso di presa in carico durante la gravidanza, segue di pochi giorni l'attivazione del servizio di elisoccorso e rappresenta un'ulteriore risposta ai cittadini sardi, in modo particolare a coloro che vivono nei territori disagiati, per motivi oro/geografici - conclude Arru - Ringrazio a questo proposito i consiglieri regionali Luca Pizzuto e Pierfranco Zanchetta, che hanno sostenuto l'inserimento nella legge di stabilità della norma a cui diamo attuazione».
Commenti
16:17
Dopo le ultime analisi compiute dal Dipartimento di Prevenzione-Servizio Igiene degli alimenti e della nutrizione della Ats, l´acqua nel quartiere sassarese, in particolare nelle vie Massaia, Cadamosto, Magellano, Marco Polo ed Amdusen, è stata dichiarata di nuovo potabile
24/9/2018
All´Argentiera l´acqua non è adatta al consumo umano diretto come bevanda e per la preparazione degli alimenti. Può essere utilizzata previa bollitura e per tutti gli usi igienici compresa l´igiene personale. Invece, è stato revocato il divieto di consumo diretto per la zona del centro storico
24/9/2018
«Non esiste alcuna emergenza in Sardegna. I controlli sulle donazioni di sangue sono stati estesi al mese di ottobre», hanno dichiarato all´unisono l´assessore regionale alla Sanità Luigi Arru e l´Unità di crisi
24/9/2018
Domenica 30 settembre, il Gils con i suoi volontari, rilancia anche in Piazza d´Italia, dalle 9 alle 14, il suo appuntamento istituzionale contro la sclerodermia
24/9/2018
Quasi cinquecento i cittadini che si sono presentati in piazza per difendere la sanità sarda e dire “no” alla chiusura dell´ospedale. «Basta speculazioni, al primo posto c´è la salute delle persone», hanno dichiarato i portavoce di Caminera Noa Alessia Etzi e Giovanni Fara
© 2000-2018 Mediatica sas