Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaTurismo › Turismo: Pigliaru guarda alla Cina
Red 8 luglio 2018
Nuova visita a Villa Devoto, venerdì pomeriggio, dei rappresentanti di Fondi di investimento governativo cinese, che già erano stati ricevuti in Presidenza della Regione autonoma della Sardegna ad aprile
Turismo: Pigliaru guarda alla Cina


CAGLIARI - Nuova visita a Villa Devoto, venerdì pomeriggio, dei rappresentanti di Fondi di investimento governativo della Cina che già erano stati ricevuti in Presidenza della Regione autonoma della Sardegna ad aprile. La delegazione, di cui facevano parte Irene Pivetti, (amministratore delegato di Only Italia e membro del Direttivo), Chaney Cheng (ad del Fondo di investimento governativo) ed Alberto Farci (segreteria Only Italia e responsabile progetti di sviluppo), accompagnati dal responsabile tecnico di progetti di sviluppo Bonaventura Meloni, ha incontrato il presidente della Regione Francesco Pigliaru e gli assessori regionali della Programmazione Raffaele Paci e degli Enti Locali Cristiano Erriu.

Nell’incontro di venerdì, nel quale è stato ribadito che il settore di maggiore interesse per il Fondo nel dialogo con la Sardegna è quello dell'industria turistica, i rappresentanti della Fondazione hanno spiegato di aver visitato diverse località dell’Isola, sempre con l’obiettivo di strutturare un costante flusso turistico dalla Cina mirato a target specifici, interessati ad ambiente, qualità della vita, longevità ed agroalimentare d’eccellenza. «È un mercato turistico di qualità, imponente e in continua espansione - ha detto al termine dell’incontro Pigliaru - e per la Sardegna sarebbe un’ottima opportunità diventare una tappa nei tour italiani, da visitare subito dopo le città d’arte. Se poi ci fosse la possibilità di collegamenti diretti, tutto diventerebbe più semplice».

«Ci interessa accelerare questa connessione tra Sardegna e Cina e per questo abbiamo ascoltato con attenzione l’ipotesi di inserire l’Isola nelle crociere di lungo periodo che i cinesi fanno abitualmente, così come quella di lavorare sulla possibilità di una linea aerea diretta. Per quanto riguarda eventuali investimenti infrastrutturali, abbiamo gradito molto sentire l’enfasi sul riutilizzo delle cubature esistenti, senza alcun interesse alla costruzione di nuove. Naturalmente – ha concluso il governatore dell'Isola, sottolineando che la riunione rientra negli incontri che la Giunta fa regolarmente con quanti, dall’estero, siano interessati ad investire in Sardegna – qualunque opzione su questo fronte passerà per bando pubblico».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
11/11/2018
«Capitale umano e innovazione devono incrociare le tradizioni locali per creare occupazione e sviluppo nelle zone interne», ha dichiarato l´assessore regionale della Programmazione
© 2000-2018 Mediatica sas