Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaCronaca › Droga: doppio arresto a Sassari
Red 9 luglio 2018
Non si ferma l’azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti che vede impegnati i militari del Comando provinciale di Sassari. Arrestati due giovani in due diverse operazioni
Droga: doppio arresto a Sassari


SASSARI - Non si ferma l’azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti che vede impegnati i militari del Comando provinciale di Sassari, soprattutto adesso che le scuole sono chiuse e tanti adolescenti passano parte della giornata a godersi le vacanze estive. La scorsa settimana, i Baschi verdi in servizio nella locale Compagnia della Guardia di finanza hanno notato un 16enne nell’atto di acquistare una dose di marijuana; il giovane consumatore si è rivolto allo spacciatore di turno che, incurante tra l’altro della palese minore età del ragazzo, ha estratto la bustina da un piccolo borsello e l’ha consegnata al ragazzo. Non si è accorto dei militari che lo stavano osservando, anche quando si è premunito di nascondere il borsellino, probabilmente contenente altre dosi, sotto la panchina su cui era seduto.

Restava solo da incassare il prezzo pattuito e riprendere le vendite, ma prima ancora che potesse stringere le banconote in mano, i finanzieri hanno stretto le manette ai suoi polsi; come ipotizzato poi, anche il borsello che era stato nascosto sotto la panchina, una volta recuperato, era pieno di altre dosi di marijuana pronte per la vendita. A nulla sono valse le rimostranze del 24enne sassarese, già noto alle Forze dell'ordine, riguardo la proprietà del borsello o comunque in relazione al suo esiguo contenuto di dieci dosi; non capiva che, oltre all’attività di spaccio già punita di per se con l’arresto, c'era l’aggravante di aver ceduto sostanze stupefacenti ad un ragazzino. Ed è stata questa la circostanza che gli ha aperto le porte del carcere di Bancali, dove è stato accompagnato in seguito alle disposizioni del pubblico ministero di turno.

L’attività delle Fiamme gialle non si è però fermata, spostando i controlli nel quartiere di Monte Lepre, dove si sono imbattuti in una vecchia conoscenza che, alla sola vista dei militari, ha tentato un'improbabile fuga. L’agitazione del 23enne era pienamente giustificata; infatti, alla classica domanda se avesse o meno indosso sostanze stupefacenti, dopo breve reticenza, estraeva dalle mutande una busta di cellophane contenente oltre 20grammi di marijuana. Assicurando di non avere altro, sperava che il controllo si risolvesse con una semplice denuncia a piede libero, ma cosi non è stato. Accompagnato nella sua abitazione per la perquisizione di rito, ha perso ogni sicurezza quando nella sua cameretta i finanzieri hanno trovato quasi mezzo chilogrammo di marijuana ed un paio di dosi di cocaina, oltre ad un bilancino di precisione, denaro contante ed un revolver modificato privo del tappo rosso.

Anche in questo caso, il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Bancali a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Tutta la sostanza stupefacente, le banconote e quant’altro rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’attività di oggi si inserisce nel quotidiano controllo del territorio in cui sono impegnati i Baschi verdi del Comando provinciale di Sassari che costantemente monitorano i luoghi di spaccio nel tentativo di tutelare la salute dei più giovani, ignari dei seri danni che l’uso di sostanze stupefacenti reca alla salute.
22/5/2019
L’attività degli uomini del 15esimo Centro controllo area pesca ha portato al sequestro di 335chilogrammi di prodotto ittico, 150 nasse, una rete da pesca di 3700metri e, ad Alghero, 3200 ricci. Sono state effettuate quarantanove ispezioni tra ristoranti, pescherie, venditori ambulanti, e diciassette ispezioni a motopesca in mare. Elevate sanzioni per circa 10mila euro
23:22
Nell’ambito dei quotidiani controlli finalizzati al rispetto delle prescrizioni da parte delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale diverse dalla detenzione carceraria, i Carabinieri della Stazione di Ollolai hanno arrestato in flagranza per il reato di evasione un uomo, originario della provincia di Sassari
7:08
La locale Guardia costiera blocca in porto un’altra nave che non rispetta gli standard minimi di sicurezza previsti dalle normative internazionali: è la motonave Sea Music, battente bandiera moldava
19:07
Ad un 43enne catanese, appartenente all´etnia roma dei camminanti e già noto alle Forze dell´ordine, sono stati sequestrati tutti gli “arnesi” da lavoro ed è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione
17:11
Le Fiamme gialle del Reparto Operativo aeronavale e del Gruppo Aeronavale di Cagliari, in stretta sinergia con la locale Capitaneria di porto, hanno intercettato nelle acque a sud di Capo Teulada quattro barchini, identificati quarantasei migranti e sequestrati quattro motori fuori bordo
22/5/2019
Ieri mattina, il team specialistico della Capitaneria di porto–Guardia costiera ha sottoposto a fermo amministrativo la Akasya 1, motonave battente bandiera delle Comore con undici persone di equipaggio
22/5/2019
Il provvedimento, che durerà cinque giorni, è stato adottato dalla Questura in quanto, in più circostanze, è stata accertata nel locale la presenza di persone pericolose, gravate da precedenti di polizia, nonché il verificarsi di fatti reato avvenuti all’interno e all’esterno del circolo. Inoltre, in più occasioni, si è reso necessario l’intervento della Polizia per segnalazioni di schiamazzi notturni imputabili agli avventori del locale, musica alta e disturbi alla quiete pubblica
20/5/2019
Le Fiamme gialle del Nucleo di Polizia Economico-finanziaria di Cagliari hanno concluso un controllo fiscale nei confronti di un socio di un’impresa del capoluogo regionale operante nel settore del commercio di oggettistica, abbigliamento ed articoli per la casa con diversi punti vendita distribuiti sul territorio sardo
21/5/2019
ittime del delitto due allevatori 80enni, Pietro Secci e Carmelino Marceddu, trovati senza vita, dopo una lunga ricerca da parte delle forze dell´ordine, nel terreno di loro proprietà, in località Baralla, tra Riunas e Allai
© 2000-2019 Mediatica sas