Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaManifestazioni › La magia dell’800 fa rivivere il centro di Sassari
Red 31 luglio 2018
Grande successo per “Le passeggiate di Enrico Costa”. Il viaggio emozionale organizzato dal Circolo culturale Aristeo ha fatto registrare una forte presenza di pubblico, al seguito degli attori Daniele Monachella, Laura Calvia e Carlo Valle, accompagnati dal gruppo “Vittoriani itineranti”
La magia dell’800 fa rivivere il centro di Sassari


SASSARI - Il centro storico di Sassari rivive per un giorno le magiche atmosfere dell’Ottocento, tra figuranti in costume, animazioni teatrali e voglia di incontrarsi nei luoghi della città per riscoprirne la storia, rivivere il gusto ed il costume di un’epoca ed ammirarne le bellezze architettoniche. “Le passeggiate di Enrico Costa” non tradiscono le aspettative e, per l’iniziativa organizzata dal Circolo culturale Aristeo, con il patrocinio del Comune di Sassari, è ancora un grande successo. L’intenso e coinvolgente “viaggio emozionale” nel Diciannovesimo secolo, mercoledì sera, ha fatto registrare una forte presenza di pubblico formato da tanti sassaresi ed anche da un buon numero di turisti. Con stupore e meraviglia, quasi a cavallo di una macchina del tempo, i presenti sono stati catapultati in un itinerario nel passato, in cui i luoghi appaiono come paesaggi della memoria e sono testimoni di una socialità mai perduta.

L’interpretazione di Daniele Monachella ha saputo guidare i visitatori con estro ed ironia e, al contempo, con profondità e ricchezza di aneddoti sulla vita del Costa e sulle vicende del periodo. Accompagnato da Lucia Calvia come giovane dama e da Carlo Valle nei panni di un simpatico canonico Giovanni Spano, Monachella è stato attorniato dalle impeccabili comparse in abbigliamento d’epoca del gruppo “Vittoriani itineranti”. A partire dall’incontro nell’ex Palazzo Quesada, è stato un tripudio di eleganza, uno sfoggio di abiti da sera maschili e femminili, tutti originali, con sgargianti camicie di pizzo ed un accessorio irrinunciabile per la moda di allora, il cappello a cilindro per uomo ed il cappellino per signora nelle sue varie declinazioni.

Momento particolarmente struggente, a Palazzo di città, è stato il racconto sull’infanzia di Enrichetto, cacciato da Cagliari dalla mamma in tenera età, caricato sulla diligenza e mandato a Sassari da solo con un fagotto di panni. Sarebbe arrivato nel buio della notte, dopo trenta ore di percorrenza, in una città che lo avrebbe accolto per tutta l’esistenza. Il vivace corteo ha fatto tappa in Piazza Tola, una volta teatro delle esecuzioni capitali, per poi radunarsi sotto la statua del giurista Domenico Alberto Azuni, quindi in Piazza Castello ed in Piazza d’Italia. Palcoscenico conclusivo è stato Piazza Fiume, luogo dove si erge ancora l’edificio in cui dimorò Costa nell’ultimo periodo della sua vita. Prima della chiusura, è stata molto applaudita la lettura de “L’infilata risorgimentale” di Giulio Angioni, dedicata alle statue dei padri della patria, Vittorio Emanuele, Mazzini e Garibaldi, in Piazza d'Italia, all'Emiciclo ed in Viale Italia.

Il prossimo appuntamento con le “Passeggiate” si svolgerà proprio in Piazza Fiume, in autunno, in occasione del posizionamento della statua dedicata al grande cantore di Sassari. Un evento richiamato per ora dalla bella silhouette progettata da Stefano Serio. All’orizzonte, c’è anche un vecchio sogno nel cassetto di Aristeo: la nascita del “Festival dei viaggi emozionali Genius Loci”, con il cui nome, l’associazione ha già tenuto a battesimo interessanti iniziative.
Commenti
13/8/2018
Il tradizionale appuntamento con il coloratissimo spettacolo pirotecnico della Riviera del corallo è nell´area portuale di Alghero, mercoledì, alle 22.30
18:05
Il 17 e 18 agosto ritorna l´evento con i concerti dei Niera e Piero Marras
14:43
Il festival internazionale del folklore in tour approda a ferragosto nel paese costiero
16:55
Sabato 18 agosto appuntamento con un antico mistero. Alle ore 19 Marco Pireddu, autore del libro “Le luci dei Giganti”, in dialogo con Francesca Demontis, assessora alla Cultura e Turismo del Comune di Stintino,
© 2000-2018 Mediatica sas