Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroTurismoAmbiente › Rete escursionistica: via alle consultazioni
Red 3 agosto 2018
Aperta fino a lunedì 27 agosto la consultazione pubblica sulla proposta di regolamento regionale della rete escursionistica sul sito internet Sardegna ParteciPa
Rete escursionistica: via alle consultazioni


ALGHERO - La Regione autonoma della Sardegna, in vista della adozione del nuovo Regolamento regionale per l’istituzione e la gestione della Rete escursionistica della Sardegna, ha lanciato una consultazione pubblica, disponibile on-line attraverso la piattaforma Sardegna ParteciPa. Fino a lunedì 27 agosto, tutti i cittadini e le organizzazioni interessate potranno esprimere le proprie valutazioni ed integrazioni alla proposta di Regolamento, predisposta dall’Agenzia regionale Forestas in accordo con gli Assessorati competenti. Istituita con l’articolo 28 della legge regionale 16 del 2017, la Res ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo del turismo sostenibile, attraverso l'istituzione di una rete coordinata ed uniforme di percorsi destinati all’escursionismo. Grazie alla nuova normativa regionale, gli attuali mille chilometri di sentieri escursionistici censiti dell'Isola potranno diventare un sistema interconnesso e sviluppato fino a 4mila chilometri, con segnaletica a standard Cai, che verrà gestito dalla stessa Forestas.

«Diamo seguito - spiega l'assessore regionale del Turismo, artigianato e commercio Barbara Argiolas - all’impegno preso nel maggio scorso, durante il seminario sulla Res organizzato da Agenzia Forestas e Cai Sardegna: garantire la massima partecipazione e condivisione sulla proposta di Regolamento della rete sentieristica, prima della discussione e approvazione da parte della Giunta regionale. Con la stessa ottica partecipativa adottata nella costruzione del piano strategico regionale per il turismo, abbiamo ritenuto fondamentale promuovere il coinvolgimento, nelle decisioni pubbliche, di amministratori, operatori e cittadini. La definizione della Res, insieme al contestuale lavoro in corso su ciclovie e ippovie, al circuito dei Giardini storici, alla rete di borghi, alla strutturazione dei cammini minerari e degli itinerari religiosi, ai progetti sul turismo enogastronomico, arricchisce la nostra proposta nell’ambito del turismo lento e attivo, promuovendo la conoscenza delle nostre comunità e la valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico e paesaggistico».

«Abbiamo lavorato per un matrimonio perfetto, e cioè sostenibile, tra ambiente, turismo e cultura. Questo vale anche per lo sviluppo della sentieristica regionale che permette una forte politica di tutela ambientale accanto alle politiche di sviluppo e turismo attivo. Avere il regolamento su Sardegna ParteciPa permetterà di raccogliere le osservazioni di tutti gli attori ambientali». Lo dice l'assessore regionale della Difesa dell'ambiente Donatella Spano. Tra i punti salienti del documento sottoposto alla consultazione, l’istituzione di un tavolo tecnico regionale per la governance della Res, l’apertura degli “sportelli della sentieristica” nelle sedi territoriali di Forestas a Tempio Pausania, Sassari, Nuoro, Lanusei, Oristano, Iglesias e Cagliari, una proposta di normativa specifica per la segnaletica orizzontale e verticale uniforme da utilizzare lungo i sentieri. La consultazione su SardegnaParteciPa è anonima e pertanto non vengono richiesti i dati anagrafici.

Nella foto: l'assessore regionale
Commenti
18:33
Asinara, il Comune di Porto Torres pronto a firmare l´accordo per il servizio idrico. «Si tratta di un'eccellente notizia per Porto Torres, l'isola parco e tutto il golfo dell'Asinara»: così il sindaco
© 2000-2018 Mediatica sas