Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaAmbiente › Erbacce e insetti vicino la spiaggia Scoglio Lungo
Mariangela Pala 6 agosto 2018
A lamentarsi sono proprio gli esercenti che spesso devono combattere contro le piante infestanti e i cumuli di sporcizia depositati lungo la strada dove tra la vegetazione si incontrano rifiuti, bottiglie vuote di alcolici, fazzoletti sporchi, segno che di notte vengono utilizzati come toilette e pattumiera a cielo aperto
Erbacce e insetti vicino la spiaggia Scoglio Lungo


PORTO TORRES - Da tempo le erbacce infestano un terreno privato, una strada situata tra le attività commerciali del lungomare Mare Balai - fronte spiaggia Scoglio Lungo – e il capannone dell’Istituto nautico Paglietti. A lamentarsi sono proprio gli esercenti che spesso devono combattere contro le piante infestanti e i cumuli di sporcizia depositati lungo la strada dove tra la vegetazione si incontrano rifiuti, bottiglie vuote di alcolici, fazzoletti sporchi, segno che di notte vengono utilizzati come toilette e pattumiera a cielo aperto.

Un’altra scena di degrado in prossimità di luoghi frequentati dai bagnanti, dai clienti del bar vicino e dai turisti. Non si tratta solo di immagine e decoro urbano, che di per sé ha comunque una notevole importanza. I terreni trascurati possono infatti portare a numerose problematiche, tra le quali il proliferare di diversi animali e insetti fastidiosi o addirittura nocivi. Era iniziata nella prima settimana di maggio la campagna di controlli a tappeto nei terreni privati incolti o che sono oggetto di abbandono dei rifiuti.

I proprietari avevano a disposizione venti giorni di tempo per mettersi in regola ed ottemperare a quanto previsto dal Regolamento della gestione dei rifiuti urbani. Il Regolamento prevede che aree scoperte private, dei fabbricati, di terreni non edificati e agricoli debbano essere costantemente libere da spazzatura. Inoltre, le stesse aree devono essere sottoposte a sfalcio dell'erba, a manutenzione delle siepi e degli alberi prospicienti le strade pubbliche. Terminata l'azione preventiva, l’assessore all’Ambiente Cristina Biancu aveva stabilito l’applicazione delle sanzioni per i trasgressori.
15/1/2019
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru conferma la forte preoccupazione sul fronte metano, in attesa di una risposta dal ministro Luigi Di Maio
15/1/2019
Rafforzato l´organizzo dei quadri e dei dirigenti. Inoltre, è stata avviata la stabilizzazione dei lavoratori sementrali dell´agenzia regionale
© 2000-2019 Mediatica sas