Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaCinema › Via a Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara
M.P. 11 agosto 2018
Al via la tredicesima edizione di "Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara”. A Paolo Virzì il premio “Isole del Cinema” per la migliore sceneggiatura tratta da un romanzo
Via a Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara


PORTO TORRES - Al via la tredicesima edizione di "Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara”. Il Festival presenta un cartellone incentrato sui suoi temi cardine con presentazioni di libri, anteprime cinematografiche, musica e ospiti di spicco del panorama nazionale. L'Isola dell'Asinara: l'Alcatraz italiana, ex stazione di quarantena ex supercarcere, paradiso precluso al mondo per più di cento anni è come una lingua che nessuno ha parlato più per tanto tempo. Una lingua morta che improvvisamente ritorna a vivere e ad essere adoperata.

L'isola parco naturale dal 24 al 26 agosto si animerà come ormai tradizione di una folla di appassionati di cinema per la tredicesima edizione di "Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara" una delle tappe delle “Isole del cinema”, il circuito che si snoda fra Tavolara, Maddalena, San Pietro e che costituisce uno degli appuntamenti più attesi dell’estate culturale e turistica sarda.

Dopo il successo della rassegna “Cinque registe per cinque film” che ha anticipato il festival nei giorni scorsi al Palazzo ducale di Sassari il festival entrerà nel vivo con un programma ricco di appuntamenti che si snoderanno tra la Renaredda di Porto Torres e l’isola-Parco.

Il festival è curato da Sante Maurizi per Cinearena con il sostegno di: Parco Nazionale dell’Asinara, Comune di Porto Torres, Ministero per le Attività Culturali, Assessorati al Turismo e allo Spettacolo della Regione Sardegna, Fondazione di Sardegna. Partner: Moderno Cityplex, Libera Sardegna, Asso.O.Asinara, Librerie Koinè.


A Cala d’Oliva nell’ambito dei campi “E!State Liberi!” Libera Sardegna presenta alcune pellicole sul tema “Cinema e Legalità”: dal 21 al 24 saranno proiettati alle 21: "In un altro paese" di Marco Turco, "Uomini soli" di Attilio Bolzoni, "Lea" di Marco Tullio Giordana e "Così in terra" di Paolo Santolini. Prima di “salpare” per l'Asinara il festival fa tappa quest'anno a Porto Torres con l'iniziativa “Cinema alla Renaredda” che propone venerdì 24 agosto alle 21 «Oh, mio Dio!» di Giorgio Amato. Regista e sceneggiatore originario di Porto Torres Amato è un sociologo specializzato in criminologia forense. Nel 2015 ha diretto la black comedy “Il Ministro””, con Gianmarco Tognazzi.

Amato presenta al festival il suo ultimo film “Oh mio Dio!” un mockumentary in cui la fiction si mischia alla realtà di una Roma prenatalizia teatro del nuovo avvento di Cristo, interpretato da Carlo Caprioli. Il messia trova la terra molto diversa da come l’aveva lasciata duemila anni fa: dominata dal consumismo, dall’egoismo, quasi del tutto priva dei valori che il Figlio di Dio aveva trasmesso ai suoi discepoli. Nella colonna sonora del film anche un pezzo di Sardegna con “No potho reposare” cantato da Ilaria Porceddu e due attori sardi nel cast: Vanni Fois e Federico Melis.

Si approda a Cala Reale sabato 25 agosto con “Certe notti: libri e film” ad aprire la serata alle 18.30 saranno la giornalista Cristina Nadotti e la scrittrice Natascha Lusenti, nota voce di Radio2 che presenta il suo volume d'esordio "Al mattino stringi forte i desideri” (Garzanti), la storia di tutti noi quando abbiamo bisogno di ripartire da zero, spaventati e felici allo stesso momento. A seguire l’anteprima nazionale del film “Restiamo amici” di Antonello Grimaldi. Il regista sassarese sarà presente alla premiere accompagnato dall'attrice Violante Placido (tra gli interpreti del film insieme a Michele Riondino) e dal produttore Gianluca Curti. Il film è un viaggio avventuroso in cui la vera scoperta è il valore dell'amicizia.

E' dedicata alla musica l'apertura del festival di domenica 26 agosto alle 18.30 con “Tutti giù per terra”, concerto dei Ciurma Anemica (Daniela Cossiga e Salvatore Delogu). Il programma proseguirà alle 19 con Gianni Caria che dialogherà con Giancarlo De Cataldo e il suo “L'agente del caos” (Einaudi) . Giancarlo De Cataldo magistrato, drammaturgo, sceneggiatore ha scritto il bestseller “Romanzo criminale” (2002) e numerosi altri romanzi, tra cui “Suburra” (2013). In quest'ultimo lavoro l'autore attraversa trent'anni della storia occidentale, tra servizi deviati, ex nazisti, trafficanti, terroristi, poliziotti onesti e poliziotti corrotti, sesso, ideali e concerti rock. “L'agente del caos” è un libro dove realtà e finzione si intrecciano senza sosta, dando voce all'autocoscienza segreta e dionisiaca di un'intera generazione.

La serata conclusiva del Festival dell'Asinara sarà dedicata nel finale anche al concorso “Isole del Cinema” alla sua prima edizione che quest'anno consegnerà il premio a Paolo Virzì per la sceneggiatura di “Ella & John” che sarà proiettato al termine della serata. “Ella e John” è il primo film "americano" di Paolo Virzì regista toscano pluripremiato (“Ovosodo”, “La prima cosa bella”, “La pazza gioia”). Il film è girato "on the road" in USA ed è interpretato da due grandi attori Hellen Mirren (Ella) oscar per “The Queen” e Donald Sutherland (John Spencer) oscar alla carriera attore poliedrico (Cruna dell'ago, Space Cowboys, Ritorno a Could Mountain, Hunger games).

Prosegue infine l’iniziativa «Che libro porteresti su un’isola deserta?»: il festival invita gli ospiti e il pubblico che seguirà i vari appuntamenti a portare con sé un libro da donare alla costituenda “Biblioteca dell’Asinara”, sul quale scrivere in breve le ragioni della propria scelta. Come se fosse una dedica.
14/12/2018
La Società Umanitaria di Alghero celebra l’anniversario dell’anno che ha cambiato il mondo con due documentari ed un film di finzione, una lezione aperta ed interventi nelle scuole
© 2000-2018 Mediatica sas