Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaSicurezza › Il Codacons diffida il prefetto di Sassari
Red 18 agosto 2018
Diffidato il prefetto di Sassari per il viadotto a rischio. Chiesto per trenta giorni il blocco dei mezzi pesanti per provvedere alle verifiche congiunte Genio militare/gestori delle strade. «Le verifiche non si possono più rimandare, prefetti responsabili della sicurezza pubblica», dichiarano i membri del comitato
Il Codacons diffida il prefetto di Sassari


SASSARI – Dopo la tragedia accaduta a Genova, il Codacons concentra la sua attenzione sullo stato delle infrastrutture sul territorio, ed indica un manufatto che necessiterebbe di verifiche e indagine per accertarne il livello di sicurezza. Si tratta del cavalcavia lungo la Strada statale 131 Mesu Mundu.

Il Codacons chiede quindi il blocco dei mezzi pesanti su questo cavalcavia/viadotto per trenta giorni, così da dare modo ai tecnici di provvedere alle necessarie verifiche sullo stato e la sicurezza della struttura. E l'impiego del Genio militare (e non di privati) per realizzare a stretto giro le verifiche necessarie insieme ai gestori, così da minimizzare l'impatto sul traffico. In questo senso, il Codacons ha deciso di diffidare il prefetto di Sassari.

A lui, chiamato in causa quale responsabile diretto della sicurezza pubblica, l'associazione chiede di disporre un blocco “temporaneo” per alleggerire il traffico sul viadotto a rischio: «una necessità che s'impone alla luce dei fatti per dar modo di svolgere un'attenta opera di monitoraggio e valutazione del rischio, con disagi minimi per l'economia e il commercio (vista la possibilità per gli autotrasportatori di individuare percorsi alternativi, come accade normalmente allorché i sindaci vietano il passaggio dei Tir nel loro Comune)». Il Codacons mette il suo staff legale a disposizione dei cittadini sardi che vogliano segnalare situazioni di ponti e viadotti a rischio. Per contattare l'Associazione basta inviare una e-mail all'indirizzo web info@codacons.it o, da domani, lunedì 20 agosto, telefonare al numero verde 800/582493.
7:08
Gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e sociale, su richiesta della proprietaria dell’appartamento sono intervenuti poiché, nella fasi di trasloco, la proprietaria ha trovato in un armadio, custodito in una scatola in vimini, due pistole, alcuni proiettili ed una granata di artiglieria di fabbricazione austriaca, del diametro di 37millimetri e di circa 15centimetri di lunghezza, presumibilmente risalente al primo conflitto mondiale
18/4/2019
Nell’ambito dell’impegno nella comunicazione per la sicurezza stradale attuata dalla Polizia di Stato, anche quest’anno, è ripartito il progetto, giunto alla 19esima edizione, che vede la Polizia Stradale impegnata nella campagna di promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza stradale, attraverso anche la proiezione di video e testimonianze di vittime della strada
17/4/2019
Studenti dell’Istituto industriale "G.M. Angioy", dell’Istituto nautico Paglietti e dell´Istituto per geometri Devilla e i rappresentanti delle istituzioni, hanno assistito allo spettacolo teatrale promosso da Ep
© 2000-2019 Mediatica sas