Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaManifestazioni › A Neria De Giovanni il Premio Maria Carta 2018
Red 31 agosto 2018
La scrittrice algherese è tra i premiati della nutritissima 16esima edizione del Premio, in programma a Siligo domani, sabato 1 settembre. Sarà la piazza intitolata alla cantante scomparsa nel 1994 ad ospitare una serata che si preannuncia ricca ed articolata
A Neria De Giovanni il Premio Maria Carta 2018


ALGHERO - Neria De Giovanni è tra i premiati della nutritissima 16esima edizione del Premio Maria Carta, in programma a Siligo, il paese dove l’artista era nata, domani, sabato 1 settembre. Sarà la piazza intitolata alla cantante scomparsa nel 1994 ad ospitare una serata che si preannuncia ricca ed articolata. Anche in questa edizione, il comitato scientifico della Fondazione, presieduto da Giacomo Serreli, ha deciso di assegnare il premio a cantanti ed artisti provenienti da tutto il mondo, tra cui Kepa Junkera, formatosi dentro la tradizione musicale più profonda dei Paesi Baschi, autentico maestro del “triki”, l’organetto diatonico di quella regione, Anna Cinzia Villani, un punto di riferimento imprescindibile per la sua salvaguardia e divulgazione culturale del Salento.

Una particolare attenzione è da sempre stata data al mondo dell’emigrazione. La scelta è caduta quest’anno sulla Federazione dei circoli sardi in Svizzera, per la capacità e il ruolo di coordinamento, la comprensione delle problematiche che ruotano attorno al mondo dell’emigrazione, l’approccio e la gestione di fenomeni talvolta complessi nell’esclusivo interesse degli emigrati. La serata a Siligo sarà caratterizzata dalla presenza di vari ospiti musicali: il Coro polifonico turritano, la formazione Clarsech ensemble (composta da arpe, flauto e corno), Fantafolk (Vanni Masala all’organetto ed Andrea Pisu alle launeddas), Taifa (formazione di musicisti nuoresi residenti a Milano, con la voce della sardo-argentina Eliana Sanna, autori di un progetto dal titolo “Il canto sociale fra due mondi”, un omaggio alle voci di Maria Carta), Mercedes Sosa e Violeta Parra (recentemente concretizzatosi nella stampa del cd dal titolo “Todo cambia”).

De Giovanni, tra le massime studiose della figura di Grazia Deledda, operatrice e divulgatrice culturale, da sempre impegnata per la tutela e valorizzazione del ruolo della donna nella società contemporanea, è stata molto amica della Carta e per lei ha realizzato un volume, “Maria Carta a Roma” (Nemapress Edizioni), che ricorda la sua permanenza nella Capitale dove è stata anche eletta al Campidoglio. Proprio nella sala Protomoteca del Campidoglio, con l’allora sindaco Valter Veltroni, Neria De Giovanni insieme al Circolo Il Gremio dei sardi di Roma, ha organizzato una indimenticabile serata in onore di Maria Carta. Con l’artista di Siligo, De Giovanni aveva in programma una riedizione rivista e corretta dell’unica silloge poetica pubblicata da Carta in vita, ma la morte prematura ha interrotto questo progetto.

Nella foto: Neria De Giovanni
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas