Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmministrazione › «Città allo sfascio, Wheeler si dimetta»
M.P. 10 settembre 2018
Non è positiva l’analisi che il Psd’Az fa degli ultimi tre anni dell’amministrazione Wheeler a Porto Torres. Nel mirino il primo cittadino e le sue “sparate” come quella sul ponte Vespucci
«Città allo sfascio, Wheeler si dimetta»


PORTO TORRES - «Sean Wheeler è’ riuscito a scalare la vetta risultando il peggior sindaco della storia di Porto Torres, assieme alla sua giunta, ogni giorno che passa, sta dimostrando di non essere in grado di amministrare la nostra Comunità. Quello che è peggio è che non perdono l’occasione per scaricare sempre su altri la responsabilità dei danni che stanno creando con la loro comprovata e manifesta incapacità amministrativa». Non è positiva l’analisi che il Psd’Az fa degli ultimi tre anni dell’amministrazione Wheeler.

«Abbiamo assistito ad un triste teatrino fatto di mancati progetti , delibere consiliari non portate a termine, rovinosi rapporti con i dipendenti, scontri con l’opposizione, totale mancanza di preparazione e prese di posizione sulle delicate tematiche dei cittadini che speravano, votandoli, in un radicale cambiamento dell’azione politica in una città già fortemente piegata dalla crisi». Il Partito sardo d’Azione carica le armi e torna all’attacco. Nel mirino il primo cittadino e le sue “sparate” come quella sul ponte Vespucci.

«Ha dichiarato il grave stato di degrado della struttura senza rendersi conto di quanto, in questo particolare momento, siano state inopportune quelle dichiarazioni in termini di allarmismo, - sottolinea il segretario Psd’Az, Ilaria Faedda - e senza pensare che solo a giugno il comune e il Consorzio industriale provinciale hanno deciso la spesa di 80 mila euro per la realizzazione dei marciapiedi proprio su quel ponte». E dopo la prima cartuccia anche la seconda sulla presa di posizione del sindaco nei confronti del patron della compagnia di navigazione Moby Lines, Achille Onorato.

«Il primo cittadino gli chiede di tenere in maggiore considerazione il nostro porto e la nostra città, quando è proprio lui, di quella considerazione, non ne nutre alcuna, visto lo stato in cui l’ha fatta sprofondare». Una città allo sbando, situazione più volte denunciata dal partito dei Quattro Mori «a partire dalle erbacce, il degrado delle isole ecologiche, il fallimento del servizio raccolta rifiuti, strade che sembrano trincee, carenza di manutenzioni negli edifici pubblici, strutture sportive e scuole inagibili e aree perennemente transennate». Di fronte a questo stato di cose il Psd’Az chiede al sindaco e alla sua giunta, “di assumersi la responsabilità del suo fallimento politico facendo l’unica cosa buona che gli resta da fare: dimettersi!»
7:02
La rigenerazione e la gestione condivisa del patrimonio comunale: è questo lo scopo della convenzione che il Comune di Sassari ha stipulato con l´associazione di promozione sociale Labsus
© 2000-2018 Mediatica sas