Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPesca › Pirisi: «Calamità naturale per la pesca»
Red 18 settembre 2018
«Si chiede al sindaco e all’assessora allo Sviluppo economico di farsi carico di chiedere all´assessore regionale Gian Luigi Caria e al consigliere regionale del Pd Riamondo Cacciotto di ritenere il comparto pesca in una situazione di calamita naturale e di applicare i dovuti sostegni al settore», auspica il capogruppo del Pd algherese
Pirisi: «Calamità naturale per la pesca»


ALGHERO - «Non solo l’agricoltura registra diffusi e pesanti problemi legati alle produzioni a causa della variabilità climatico e di altri criticità, come il costo dei trasporti, ma anche un altro settore primario per l’economia della Sardegna e in particolare di Alghero che è la pesca». Inizia così l'intervento di Mimmo Pirisi, capogruppo del Partito democratico nel Consiglio comunale di Alghero, che pone l'attenzione sulle difficoltà che incontrano i lavoratori di uno dei comparti chiave dell'Isola.

«Tenuto conto che la stagione estiva in via di conclusione, considerata fondamentale per il comparto pesca, ha avuto una contrazione del 30percento in termini di uscite a mare, viste le condizioni meteo-climatiche, e quindi di possibilità di creare reddito, si chiede al sindaco e all’assessora allo Sviluppo economico di farsi carico di chiedere all'assessore regionale Gian Luigi Caria e al consigliere regionale del Pd Riamondo Cacciotto di ritenere il comparto pesca in una situazione di calamita naturale e di applicare i dovuti sostegni al settore. In particolare dunque sbloccare i fondi per riparare le mancate uscite e dunque i mancati introiti da parte dei pescatori che si trovano in difficoltà», chiede Pirisi.

Nella foto: Mimmo Pirisi
Commenti
19/2/2019
La delibera, approvata oggi (martedì) dalla Giunta regionale, tiene conto dei risultati della ricerca voluta per approfondire le conoscenze scientifiche e garantire il monitoraggio costante di una risorsa soggetta, negli anni scorsi, ad un prelievo eccessivo
18/2/2019
La Guardia Costiera di Porto Torres sequestra 500 ricci pescati a Punta Tramuntana. Sanzione da 1000 euro per i trasgressori e sequestrate tutte le attrezzature
© 2000-2019 Mediatica sas