Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariOpinioniNomadiSul campo rom Sanna non risponde
Desirè Manca 5 ottobre 2018
L'opinione di Desirè Manca
Sul campo rom Sanna non risponde


Il presupposto è semplice ma fondamentale: l’Amministrazione comunale è diretta emanazione della cittadinanza, per questo i cittadini devono essere costantemente informati sull’operato della stessa. Ciò deve accadere attraverso i rappresentanti eletti, che hanno diritto di fare domande e ricevere risposte esaustive, in primis dal sindaco della città. Lo strumento che i consiglieri hanno per porre un determinato quesito è l’interrogazione: si pone una domanda specifica, si ottiene una risposta pertinente. Un sistema democratico, funzionante e rispettoso del ruolo del cittadino dovrebbe funzionare in questo modo.

Ma non a Sassari, Consiglio comunale in cui il primo cittadino in rapporto alle interrogazioni presentate aggira l’ostacolo e sitematicamente evita di rispondere alle domande. Il sindaco Nicola Sanna e l’Amministrazione comunale non hanno mai risposto all’interpellanza sul mancato rispetto del regolamento inerente il campo rom. Due le interrogazioni presentate sul tema dal Movimento Cinque Stelle: la prima in cui si chiedeva della spesa di 500mila euro sostenuta dal Comune per la pulizia e conseguente rimozione dei rifiuti ingombranti del campo Rom; la seconda - sempre riguardo il campo rom - per capire come mai nel solo 2017 il Comune, l’Amministrazione comunale e quindi tutti i cittadini si fossero accollati un importo pari a 70mila euro per le fatture dell’acqua e di 10mila euro per l’energia elettrica.

Quesiti pertinenti, meritevoli di risposta eppure totalmente ignorati: Le due interrogazioni non hanno mai avuto risposta. Il sindaco non dà spiegazioni né prende posizioni ufficiali. L’interrogazione è l’unico strumento che un consigliere ha per avere risposte dall’Amministrazione. Uno strumento che a Sassari perde ogni efficacia e dignità prevista dalla legge. Riteniamo che l’operato del sindaco in tal senso sia vergognoso”.

*portavoce in Consiglio comunale di Sassari del Movimento Cinque Stelle
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas