Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaRiti › In Basilica e a Balai, festa dei Martiri Turritani
M.P. 19 ottobre 2018
Per la Comunità Parrocchiale, per l’intera città di Porto Torres e per l’Arcidiocesi Turritana la Festa dei Martiri Gavino, Proto e Gianuario è un avvenimento importantissimo dal punto di vista religioso, storico e culturale
In Basilica e a Balai, festa dei Martiri Turritani


PORTO TORRES - Per la Comunità Parrocchiale, per l’intera città di Porto Torres e per l’Arcidiocesi Turritana la Festa dei Martiri Gavino, Proto e Gianuario è un avvenimento importantissimo dal punto di vista religioso, storico e culturale. L'appuntamento è per giovedì alle 8 con la messa nella basilica di San Gavino per ricordare il martirio dei patroni della città e riscoprire le radici della fede e la gioia della vita comunitaria.

Il programma prevede alle 8 la messa nella Basilica di San Gavino e Preghiera in Cripta; alle 9.30: messa in "Locus Martyrii" (Balai Lontano), processione fino al "Locus Repositionis" (Balai Vicino) e Benedizione dei cavalieri, cavalli e delle imbarcazioni. Nella splendida cornice che da Balai lontano porta a Balai vicino, si rinnoverà il rito per la festa di San Gavino, nel giorno della sua decapitazione, avvenuta per l'appunto il 25 ottobre, dell'anno 303 d.C. La chiesa di Balai lontano, sita sul luogo del martirio ed intitolata infatti a Santu Bainzu ischabizzaddu ('san Gavino decapitato') riceverà i fedeli per la messa officiata da don Mario Tanca.

Al termine della messa i fedeli, a piedi ed a cavallo, si recheranno fino alla spiaggia di Balai dove verrà​ impartita loro la benedizione dal parroco di San Gavino. Ad aspettarli ed a ricevere la benedizione vi saranno anche delle imbarcazioni a vela latina, grazie alla collaborazione con Assovela, e la presenza dell'Associazione La Prana provenienti dal porto, che sosteranno nella suggestiva rada di Balai. Un incontro, questo tra cavalieri e pescatori, che sugella l'efficace connubio, nel segno della fede comune, tra la cultura agropastorale e quella marinara. Il rituale della benedizione a mare è organizzato dal Gruppo folk Li Bainzini Etnos. Alle 18 il solenne Pontificale presieduto dall'arcivescovo Di Sassari Gian Franco Saba. Al termine la preghiera in Cripta.
© 2000-2018 Mediatica sas