Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaAmbienteAmbienteClimathon torna a Sassari e Cagliari
P.P. 24 ottobre 2018
La Sardegna aderisce anche quest’anno all’iniziativa dedicata al clima che coinvolge le città, in programma venerdì 26 ottobre. In programma appuntamenti a Sassari e a Cagliari. Nel 2017 sono state 104 le città aderenti da 45 paesi e oltre 4500 maratoneti hanno ideato più di 600 progetti
Climathon torna a Sassari e Cagliari


SASSARI - La Sardegna aderisce anche quest’anno all’iniziativa “Climathon”, maratona internazionale di 24 ore dedicata al clima che coinvolge le città, in programma venerdì 26 ottobre: professionisti, amministratori, tecnici, studenti e cittadini si confronteranno a Sassari e Cagliari sui temi strategici dell’adattamento ai cambiamenti climatici grazie all'adesione della Regione all'iniziativa organizzata da Climate-KIC, la più grande organizzazione pubblico-privato europea che promuove azioni innovative per contrastare i cambiamenti climatici. Nel 2017 sono state 104 le città aderenti da 45 paesi e oltre 4500 maratoneti hanno ideato più di 600 progetti.

«Abbiamo raccolto la sfida del clima anche nelle nostre città: i cambiamenti climatici sono un tema globale che va affrontato a partire dal livello locale, accrescendo la consapevolezza dei territori in termini di sostenibilità e di rafforzamento della resilienza. E cercando di cogliere la sfida dei cambiamenti climatici anche come opportunità di sviluppo e lavoro. Questo è il senso della nostra partecipazione, per la seconda volta, a Climathon», ha spiegato l'assessora regionale della Difesa dell'ambiente Donatella Spano. «La Regione coordinerà infatti gli eventi locali che sono realizzati dai Comuni di Cagliari e di Sassari, che hanno ricevuto un contributo regionale di 10mila euro ciascuna per le spese di organizzazione. Ci aspettiamo nuove idee anche quest'anno dopo gli interessantissimi progetti che Sassari e Cagliari hanno sviluppato nella passata edizione», ha concluso l’assessora Spano.

A Cagliari l'iniziativa partirà alle ore 9.00 e sarà ospitata al Polo di Architettura dell'Università in via Corte d'Appello 87 grazie alla collaborazione con il DICAAR dell'Università di Cagliari e la Rete delle Professioni Tecniche. «Cagliari ha compiuto in questi anni grandi passi avanti nel livello di consapevolezza sull’importanza del mettere una fortissima e trasversale attenzione alla sostenibilità al centro delle politiche e dei comportamenti» ha detto Francesca Ghirra, Assessore alla Pianificazione Strategica e Urbanistica del Comune di Cagliari. “«Con la candidatura allo "European Green Capital Award" per il 2021 abbiamo provato a esplorare nuovi approcci e nuovi strumenti che partano dalla valorizzazione dei saperi e dei contesti locali. Climathon Cagliari 2018 è una grande opportunità per creare nuove sinergie tra cittadini, imprese e istituzioni, al fine di sviluppare politiche innovative e inclusive per il nostro progetto di città sostenibile»”.

A Sassari l'appuntamento è per venerdì 26 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 13,00 nella sala conferenze della Biblioteca comunale in piazza Tola, per poi spostarsi nei locali del Palazzo Ducale, in piazza del comune, per i lavori di gruppo del pomeriggio. La maratona si concluderà il sabato con la presentazione delle idee progettuali a partire dalle ore 9.30 e la premiazione prevista per le ore 12. La sfida è “Agricoltura e strategie di gestione sostenibile delle risorse idriche nel territorio di Sassari”. In particolare, si chiederà ai partecipanti di concentrare la propria attenzione su due aspetti: quello dell’agricoltura sostenibile urbana e di prossimità, e quello della ottimizzazione della distribuzione e dei consumi in agricoltura con focus sulla Nurra.
Commenti
17/4/2019
Le spiagge delle Saline e della Pelosa sono libere dalla plastica, da quella abbandonata da quanti, distratti oppure no, l´hanno lasciata tra le dune, tra i cespugli o nascosta tra la sabbia
16/4/2019
«Per la salvaguardia dei beni ambientali c’è una totale carenza di leggi nazionali», dichiarano le deputate del Movimento 5 stelle Paola Deiana e Patrizia Terzoni. Occhi puntati anche sul patrimonio speleologico e geominerario
16/4/2019
Nuove apparecchiature e una nuova condotta di collegamento per il serbatoio 2 di Porto Torres. Giovedì 18 aprile le squadre di Abbanoa eseguiranno un importante intervento di manutenzione straordinaria
© 2000-2019 Mediatica sas