Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniPescaSulla pesca dell´aragosta regione insensibile
Alberto Zanetti 2 novembre 2018
L'opinione di Alberto Zanetti
Sulla pesca dell´aragosta regione insensibile


La Regione non può ignorare le legittime esigenze della marineria algherese. L'ente regionale che sovraintende alla attività di pesca deve farsi carico anche delle problematiche locali determinate da situazioni meteo che, spesso, differiscono da una zona all'altra della Sardegna. La chiusura della pesca all'aragosta entro il 31 agosto per l'inizio del fermo biologico deve tenere necessariamente conto delle giornate nelle quali i pescatori non sono usciti a pescare per le condizioni meteo marine negative.

Ad Alghero gli aragostai nell'estate appena trascorsa hanno potuto usufruire di meno del 30 per cento delle giornate di pesca a disposizione. Inoltre la Regione, in particolare l'assessorato all'agricoltura, non ha tenuto conto di questa sosta forzata, peraltro certificata dai registri depositati nella Capitaneria di Porto, e non ha concesso neanche una giornata di proroga. Una manifestazione di assoluta insensibilità nei confronti di una categoria di lavoratori.

Ho chiesto ai rappresentanti dei Riformatori in seno al consiglio regionale di chiedere conto al Presidente Pigliaru e in particolare all'assessore Pier Luigi Caria, delle ragioni che quest'anno hanno indotto la Regione a tenere un atteggiamento così rigido, in contrasto con gli anni scorsi quando, alla luce di situazioni oggettivamente provate, per la pesca dell'aragosta veniva concessa la proroga per tutto il mese di settembre.

*coordinatore Riformatori Sardi Alghero
Commenti
10/12/2018
Interpelleremo le forze di Governo, in particolare chiediamo l’attenzione del ministro Centinaio, affinchè questo ulteriore colpo a danno della Marineria sarda venga bloccato e si permetta alle barche già presenti negli elenchi di poter proseguire l’attività di pesca a prescindere dai quantitativi catturati. Non vorremmo passasse il concetto che chi cattura più pesce abbia maggior diritto rispetto a chi, per svariati motivi, invece non è riuscito
© 2000-2018 Mediatica sas