Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTurismo › Il Capodanno di Alghero è Deejay Time
Red 3 novembre 2018 video
Saranno Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso i protagonisti del Cap d´Any di Alghero con la Reunion. Reduci da un tour estivo di grande successo, i quattro dj porteranno dal vivo in consolle il più incredibile, poderoso ed indelebile show radiofonico da oltre trent´anni uno dei punti di forza di Radio Deejay
Il Capodanno di Alghero è Deejay Time


ALGHERO - Saranno Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso i protagonisti del Capodanno di Alghero con il loro Deejay Time, la Reunion. Reduci da un tour estivo di grande successo con la produzione della Unconventional events, i quattro dj porteranno dal vivo in consolle il più incredibile, poderoso ed indelebile show radiofonico da oltre trent'anni uno dei punti di forza di Radio Deejay. Sempre per la notte di lunedì 31 dicembre, allo scoccare della mezzanotte, il tradizionale spettacolo pirotecnico. Ma il Cap d'Any a l'Alguer di quest'anno inizierà domenica 30 dicembre, con un'eccezionale anteprima mondiale de La Fura dels Baus, famosa compagnia teatrale catalana, che ha scelto Alghero per presentare il suo nuovo spettacolare show. Due eventi di forte richiamo che animeranno gli ultimi due giorni dell'anno nella Riviera del corallo. Non è tutto perché, per il terzo anno consecutivo il Comune di Alghero e la Fondazione Alghero propongono “Més que un Mes”, oltre un mese di spettacoli dedicati alle famiglie ed ai visitatori, concerti ed eventi culturali vari che animeranno tutti i quartieri della città con il coinvolgimento diretto di residenti, commercianti ed associazioni. Questa mattina (sabato), la sala conferenze de Lo Quarter ha ospitato la presentazione ufficiale alla stampa, alla presenza del sindaco Mario Bruno, dell'assessore comunale alla Cultura e turismo Gabriella Esposito, del presidente e della vicepresidente della Fondazione Alghero Massimo Cadeddu e Renata Fiamma.

Il calendario di Més que un Mes partirà martedì 27 novembre, al Teatro Civico, con la performance teatrale di Antonio Marras dal titolo “Mio cuore io sto soffrendo, cosa posso fare per te ?”, a cura dell'Associazione ExPop Teatro. Per sabato 1 dicembre, Notte di Luce & eLucEfu con fiaccolata e spettacoli dedicati alla “Giornata internazionale della disabilità”, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e con diverse associazioni e volontari algheresi. Intenso il fine settimana tra venerdì 7 e domenica 9 dicembre, con l'atteso appuntamento per la tradizionale accensione dell'albero di Natale a Porta Terra, previsto per il giorno dell'Immacolata Concezione, sabato 8. “Luce di coralli” è il titolo dell'albero di Natale e dell'allestimento urbano di quest'anno. Nello stesso lungo fine settimana, spazio all'enogastronomia, con la Festa del cioccolato (in Via Vittorio Emanuele, fronte giardini Manno) e Le vie del Vì, a cura del Ccn Alghero in centro, che animerà i locali e le vie del centro storico. Venerdì 7, nella sala conferenze Lo Quarter, conferenza per l'inaugurazione delle celebrazioni in occasione del 150esimo anniversario della morte di Giuseppe Manno. Convegno, gigantografia, proiezioni e teatro a cura del Comune di Alghero, della Fondazione Alghero, della Fondazione Siotto, del Museo Casa Manno, del Liceo Manno–Istituto d'istruzione superiore Fermi e del locale comitato dell'Associazione Dante Alighieri.

Eventi, ma anche grandi attrazioni in Més que un Mes, come la pista di pattinaggio su ghiaccio, che sarà inaugurata nell'area portuale sabato 8 e che rimarrà aperta fino a metà gennaio. Lunedì 10, inaugurazione e benedizione dei presepi istituzionali a Lo Quarter e nella sede comunale di Porta Terra. Mercoledì 12 e giovedì 13 dicembre, in replica, inaugurazione della Stagione di Prosa al Teatro Civico con l'attrice Lella Costa in “Questioni di cuore”, di Natalia Aspesi. Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre, tornerà ad Alghero “GirOlio”, con stand, mercatini ed eventi folkloristici a cura dell'Associazione nazionale Città dell'olio con Comune e Fondazione Alghero. Musica jazz di altissimo livello domenica 23, nella Cattedrale di Santa Maria, con il concerto di Paolo Fresu ed i virtuosi italiani in “Back to Bach”, a cura di Jazz Alguer. Immancabile il tradizionale concerto gospel in programma giovedì 27, al cinema Miramare, con “Gospel Uni.Sound”. Domenica 30, nell'area portuale, appuntamento con lo spettacolo de La Fura dels Baus. Sempre in porto, si svolgerà la grande serata musicale del 31, con lo show dei dj Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso.

Diversi gli appuntamenti anche a gennaio, tra i quali il concerto di Paolo Zicconi con l'omaggio a Sergio Endrigo sabato 5, al Teatro Civico. Si confermano i tradizionali appuntamenti con il mercato artigianale delle birre “Birralguer Winter edition” del Beach grup Alguer, i canti della tradizione con “Cants de Llum” dell’Ass.ociazione Nova Alguer, i concerti di “Musica dai balconi” di Raimondo Dore, l’appuntamento dedicato ai bambini con “Il Villaggio di Babbo Natale”. Ed ancora mostre, mercatini ed il concorso per il presepe più originale. «Alghero si prepara a vivere uno dei momenti più intensi dell’anno – ha sottolineato Esposito - ci saranno tante novità in un mix di eventi, anche di livello internazionale, e attrazioni che sicuramente sapranno richiamare in città tante persone non solo la notte del 31 dicembre. Rafforzare e al tempo stesso rinnovare il Més que un Mes è la sfida di quest’anno». «Un calendario ricco di eventi con una nuova formula per l'ultimo dell'anno, una sorta di Cap d'Any allungato – ha evidenziato Cadeddu – il 30 con l'anteprima mondiale della compagnia La Fura dels Baus e il 31 con il Deejay Time che ci accompagnerà al nuovo anno».

(Nella foto (di Deejay.it): Molella, Prezioso, Fargetta ed Albertino
Commenti

17/11/2018
La Giunta ha approvato le linee guida per l´adesione alla “Rete dei borghi caratteristici di Sardegna”. «I piccoli centri sono un tesoro da valorizzare», ha sottolineato l´assessore regionale del Turismo Barbara Argiolas
© 2000-2018 Mediatica sas