Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaTrasporti › Estate 2019: Tirrenia riduce le navi sulla Porto Torres-Genova
Mariangela Pala 4 novembre 2018
Una sola nave collegherà la linea tra Porto Torres e Genova, con partenza diurna dal porto turritano e notturna da Genova dal 2 giugno fino al 15 di agosto, con inversione degli orari dal 16 agosto
Estate 2019: Tirrenia riduce le navi sulla Porto Torres-Genova


PORTO TORRES - Una sola nave collegherà la linea tra Porto Torres e Genova, con partenza diurna dal porto turritano e notturna da Genova dal 2 giugno fino al 15 di agosto, con inversione degli orari dal 16 agosto. La denuncia parte dal Partito democratico che sottolinea come sia difficile giustificare un tale depotenziamento da parte di un armatore che tuttavia gode degli effetti dei 73 milioni di finanziamenti pubblici. «Questo disimpegno dal porto turritano, che effetto avrebbe sul sistema turistico» si domanda Massimo Piras, responsabile del forum Pd portualità «a questo punto ci sentiamo obbligati nel riflettere su quale sia l’operatività degli altri vettori».

La notizia sull'approvazione del bilancio dell'Autorità di Sistema del Mar di Sardegna ha spinto la segreteria del Partito democratico a fare una riflessione sull'andamento dello scalo turritano, sfociata in una lettera inviata venerdì al presidente della Port Autority, Massimo Deiana. Dopo l'incontro promosso nel febbraio di quest'anno sulla realizzazione di una Zes nel perimetro del nostro porto, che hanno visto protagonisti sia l'Assessore regionale alla Programmazione, Paci che il presidente Deiana, «ora non possiamo non osservare che da 5 anni a questa parte il continuo trend di crescita di Porto Torres stia salvando l'economia turistica del nostro territorio, tamponando l'emorragia di passeggeri dell’aeroporto di Alghero», precisa il segretario dem Mirko Luiu.

«Se da una parte si registra per il 2018 lo sforamento del milione di passeggeri, dall'altra - afferma Luiu - è sotto gli occhi di tutti come nel nostro porto le strutture d’accoglienza per i passeggeri non ricevano un riguardo all'altezza di tali numeri e siano preda della sterile diatriba della insufficiente politica comunale». È ancora «La stazione marittima per la quale sono stati investiti denari pubblici, è stata privata dei servizi essenziali e questo ha richiamato l'attenzione della collettività».

Secondo la segreteria del Pd, Porto Torres, e la sua comunità economica, necessitano di un cronoprogramma per la realizzazione o il completamento di opere già finanziate da tempo quali della antemurale di ponente, il posizionamento del Travel Lift, il terminal crociere che non vede ancora la fine del proprio percorso, così come la darsena pescherecci, il completamento del Mercato Ittico. Così come preoccupano il futuro della nautica da diporto e i lavori per l'arrivo del Gnl.

«Alla preoccupazione per il decoro portuale, la scarsa attitudine all'accoglienza dei passeggeri e l'oramai atavica assenza di un piano regolatore portuale, che disegni il futuro del porto - afferma il responsabile del forum PD portualità - si aggiunge in questi giorni quella per il nuovo itinerario che la compagnia Tirrenia ha diffuso on line, per l'estate 2019». Per fugare questo e tutti gli altri dubbi, il Partito Democratico di Porto Torres, ha offerto la propria disponibilità per animare un confronto che possa far luce sui programmi della Autorità di Sistema sul porto di Porto Torres e su quello dei vettori che scalano questa fondamentale infrastruttura invitando il presidente Deiana per un confronto diretto a Porto Torres.
© 2000-2018 Mediatica sas