Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaElezioni › Sardenya i Llibertat è per Zedda Presidente
S.O. 8 novembre 2018
Di seguito il manifesto politico in vista delle elezioni regionali di febbraio in Sardegna. Il movimento politico identitario di sinistra, costituito ad Alghero nel lontano 1978 dichiara il sostegno alla candidatura di Massimo Zedda alla presidenza della Regione Sardegna
Sardenya i Llibertat è per Zedda Presidente


ALGHERO - Di seguito il manifesto politico in vista delle elezioni regionali di febbraio in Sardegna. Il movimento politico identitario di sinistra, costituito ad Alghero nel lontano 1978 dichiara il sostegno alla candidatura di Massimo Zedda (nella foto) alla presidenza della Regione Sardegna.

Sardenya i Llibertat è un movimento politico identitario di sinistra, costituito ad Alghero nel 1978. Fin dalla sua nascita ha partecipato alle lotte di emancipazione del popolo sardo, inserendosi in modo originale nel dibattito allora aperto in Sardegna. Le battaglie politiche più significative condotte dal movimento si sono caratterizzate nella difesa del patrimonio naturalistico e paesaggistico, in difesa del patrimonio artistico e culturale, per il recupero, la valorizzazione e l'uso sociale delle lingue di Sardegna, in modo particolare per la variante linguistica algherese. Nella prima metà degli anni '90, insieme ad altri movimenti dell'area progressista algherese, ha dato vita a un'alleanza di associazioni e movimenti denominata Alghero Viva, determinante nella costituzione di una coalizione di sinistra e per la vittoria alle elezioni comunali del 1994, con Carlo Sechi sindaco. Successivamente, i risultati elettorali hanno collocato Sardenya i Llibertat all'opposizione, importante ruolo democratico che ha condotto in modo responsabile ma anche fermo e puntuale.

In questi ultimi anni l'attività di Sardenya i Llibertat è stata circoscritta alla città di Alghero, dove il movimento è nato ed opera, ma osserva con attenzione e non poca preocupazione il dibattito politico regionale e nazionale, avvertendo tuttavia le condizioni favorevoli per il rinnovamento mediante un'azione politica di alleanze civiche in Sardegna. Memorabili le lotte e le denunce contro la speculazione edilizia e la dissennata cementificazione delle coste e dell'agro, la corruzione e il clientelismo nella pubblica amministrazione, forti le battaglie in difesa dei più deboli e degli emarginati con azioni mirate per rivendicare giustizia sociale e solidarietà, e uno sviluppo economico ordinato e improntato sui valori di rispetto dell’uomo, della nostra originale cultura e dello straordinario patrimonio ambientale. Oggi, davanti alla più grave crisi economica e sociale del Dopoguerra, che colpisce le fasce più deboli della popolazione, i giovani per primi, troppi dei quali caduti nella depressione ma anche nelle gravi piaghe sociali di alcool e droga, tanti di essi che lasciano l'isola alla ricerca di un futuro migliore privi di competenze e di studi, il triste primato dell'abbandono scolastico, la sempre più diffusa precarietà lavorativa derivante dall'esasperante stagionalità nel settore turistico, Sardenya i Llibertat si schiera al fianco di Massimo Zedda presidente.

Siamo consapevoli che dovremo affrontare una dura ma doverosa battaglia per dare più che una legittima speranza una opportunità di riscatto a tutti i sardi, ad iniziare dai giovani e dai tanti senza lavoro. Ricucire un dialogo tra le zone interne più svantaggiate, le città e la costa, ad iniziare dalla realizzazione di una rete viaria e collegamenti pubblici più moderni, per favorire una mobilità interna ed esterna sicura e funzionale. Recuperare il patrimonio di cose buone fatte nel passato e rilanciarle reinterpretandole in chiave moderna ed efficiente. Siamo in tanti consapevoli delle potenzialità che la Sardegna può mettere in campo per la crescita, lo sviluppo e l'occupazione, ma occorre altrettanta consapevolezza che per raggiungere risultati ci sia bisogno della disponibilità di esperienze e competenze. Alla luce delle cose fatte e viste riteniamo che Massimo Zedda sia la persona giusta in questo momento per guidare una coalizione democratica che, partendo dal basso e sotto la spinta di un grande movimento civico sardo, possa condurre la Sardegna in un cammino di emancipazione, sviluppo e progresso. Sardenya i Llibertat ci crede e ci sentiamo di partecipare pienamente alla costruzione di questo progetto.
Commenti
8:50
La città di Alghero sceglie il suo futuro. In questa pagina tutti i nomi dei candidati a ricoprire e rinnovare la carica di Consigliere comunale. Le liste regolarmente presentate sono 8 a sostegno di Mario Conoci, 3 per l'attuale sindaco Mario Bruno e 1 per Roberto Ferrara.
17/5/2019
«Diffamata la città». Primo scontro tra candidati ad Alghero, col rischio querela alle porte. Il duro attacco di Camerada (Fi) che parla di «amministrazione clientelare» provoca la ferma reazione di Raffaele Cadinu: «l´onesta e l´integerrima azione in tanti anni di politica e servizio del Primo cittadino è stata abbondantemente ed elegantemente dimostrata in tutte le sedi»
17/5/2019 video
«Per favore, l´unico modo per vincere è votare il nostro sindaco». Nunzio Camerada in occasione della conferenza stampa di Forza Italia si ricarca dopo settimane difficili, chiede il massimo impegno per la campagna elettorale e sferra un duro (e gratuito) attacco all´indirizzo del sindaco in carica, Mario Bruno: «Per sconfiggere la politica forsennata e clientelare l´unico modo è votare Conoci». Le immagini sul Quotidiano di Alghero.
18/5/2019 video
«Il mio è un impegno sincero per la città di Alghero. Credo che ci sia spazio per dare il tempo, le idee e il contributo per migliorare la città». La prima ed unica (finora) presidente del Consiglio comunale donna della città di Alghero, Gabriella Esposito, ripercorre gli anni di servizio e di politica ad Alghero. Con una visione europea, viva e vitale, all´insegna dell´ambiente.
17/5/2019
In occasione delle elezioni del 16 Giugno, il Primo cittadino di Alghero è sostenuto dal Centrosinistra con tre liste che includono le anime ambientaliste e civiche. Martedì la conferenza stampa
18/5/2019
«Il nostro ruolo sarà certamente un ruolo attivo e vorremo, con i nostri alleati e con la sapiente regia del nostro sindaco svolgere la nostra parte per costruire un futuro più solido per Alghero e per i suoi cittadini»
18/5/2019 video
Il candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle si mette in gioco per cambiare la politica. «L´ho sempre subita, ma non possiamo pensare che gli altri risolvano i problemi. Dobbiamo metterci in gioco». Parole di Roberto Ferrara, da cinque anni consigliere di opposizione ad Alghero ed oggi candidato Pentastellato.
17/5/2019
La precisazione arriva direttamente dal quartier generale forzista: Nonostante la prolungata assenza nei tavoli per le lunghe trattative per la scelta del candidato ad Alghero, il ruolo di portavoce locale è di Ferdinando Manconi
17/5/2019
Revocato il simbolo del Movimento 5 Stelle al candidato cagliaritano delle elezioni in programma il 16 giugno, Alessandro Murenu. Post sessisti alla base del caos
© 2000-2019 Mediatica sas