Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegionePacchetto-famiglia da 65mln in Finanziaria
Red 24 novembre 2018
Questa la decisione nella Commissione regionale Bilancio. «Un aiuto concreto da una manovra che punta su inclusione e sviluppo», ha dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru
Pacchetto-famiglia da 65mln in Finanziaria


CAGLIARI - Via libera al Pacchetto Famiglia da 65milioni di euro proposto dalla Giunta regionale in Finanziaria ed approvato dalla Commissione Bilancio, che ha dato il via libera alla manovra da 8,2miliardi. Un insieme di misure che punta ad aiutare fortemente le famiglie sarde riducendo le tasse, una serie di agevolazioni sui figli di diverse età, ristrutturazioni delle abitazioni private. Una politica mai realizzata in passato per aiutare, insieme ai più poveri con il Reis ed ai disoccupati con LavoRas, una fascia sociale mai presa in considerazione per interventi dedicati.

«La Finanziaria per il 2019 punta tutto su inclusione e sviluppo. Mette al centro le famiglie, protegge le fasce più deboli con il Reis, dà un’occasione ai disoccupati con LavoRas, progetta lo sviluppo per creare occupazione, azzera totalmente il decennale debito della sanità e investe fortemente sugli enti locali per rilanciare le zone interne e contrastare lo spopolamento, il tutto tenendo le tasse più basse d’Italia - dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru. “Abbiamo proposto con convinzione l’inserimento del Pacchetto famiglia, perché crediamo sia giusto dare un aiuto concreto a quelle famiglie che sono la spina dorsale della nostra società, le famiglie che lavorano, che fanno studiare i loro figli e che con il loro impegno e i loro sacrifici quotidiani contribuiscono a far crescere l’economia. Una serie di interventi che agiscono su diversi fronti, dagli sgravi fiscali per ogni figlio a carico ai bonus per gli asili nido, dal trasporto gratis degli studenti alle ristrutturazioni edilizie fino a un aiuto per le coppie sterili. Un pacchetto che condividiamo con la nostra maggioranza e di cui siamo molto orgogliosi».

Prima di tutto, gli sgravi fiscali per i figli a carico. Con 25milioni di euro viene garantita la detrazione di 200euro a figlio, fino ai diciotto anni, per un reddito fino ai 55mila euro. 10,5milioni sono destinati al trasporto gratis per gli studenti di scuola media inferiore, superiore e per gli universitari. 25milioni di euro sono destinati alla ristrutturazione delle abitazioni private, con un meccanismo di premialità per interventi che prevedono efficientamento energetico e vengono realizzati nelle zone interne, in ottica antispopolamento; 4milioni, articolati in voucher, vanno ai genitori di bambini da zero a trentasei mesi per avere diritto ad uno sconto sulle rette degli asili nido. Infine, con 350mila euro, si aiuteranno le coppie con problemi di sterilità a cercare cure adeguate anche fuori dall’Isola. A questo, va aggiunto che in Sardegna si paga l’Irpef più bassa d’Italia (il che consente di lasciare 130milioni nelle tasche delle famiglie). Infine, sempre in tema di agevolazioni fiscali, la Finanziaria 2019 garantisce le tasse più basse d’Italia per le imprese (Irap), che possono cosi di fatto contare su 100milioni in più per i loro investimenti.

L’ultima manovra della Giunta Pigliaru vuole intercettare, rafforzare ed amplificare i dati finalmente positivi dell’economia sarda: 40mila occupati in più rispetto al 2014, Pil cresciuto in media dell’1,2percento all’anno nel triennio fra 2015 e 2017, tasso di disoccupazione sceso al 15.8percento e settori in forte crescita come turismo, export e start up. «Stiamo portando in Consiglio una manovra espansiva, di forte crescita, che mette al centro le famiglie e si occupa delle fasce più deboli - sottolinea l’assessore regionale del Bilancio Raffaele Paci - Incentiviamo tutta la filiera dell’istruzione, azzeriamo il debito della sanità, aiutiamo le imprese ad essere innovative, rifinanziamo il Reis e il Piano Lavoras e ci occupiamo dei territori e dello spopolamento. Rafforziamo gli interventi su infrastrutture, bonifiche, protezione del territorio, stanziamo 28milioni sulla rete del gas metano, finanziamo i Comuni col Fondo unico da 600milioni, stanziando anche 50milioni per le situazioni di dissesto finanziario e destinandone 70 alla programmazione territoriale per le politiche antispopolamento nelle zone interne, ci occupiamo delle Province con 15milioni garantendo stipendi alle famiglie e servizi a cittadini». Nei primi giorni di dicembre, la Finanziaria arriverà in Consiglio.

Nella foto: Raffaele Paci e Francesco Pigliaru
Commenti
10/12/2018
Torna l’attenzione sulle isole nell’aula del Comitato delle Regioni, che si è riunito in seduta plenaria a Bruxelles nell’emiciclo del Parlamento europeo. Al centro dei lavori, ai quali ha preso parte il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru con i rappresentanti di Corsica, Baleari e Creta, sono stati i temi della politica di coesione post-2020 declinati dal punto di vista dei territori d’Europa
© 2000-2018 Mediatica sas