Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSaluteSanità › «Sanità, più rispetto per la città di Alghero»
S.O. 2 dicembre 2018
Lo sottolinea il sindaco di Alghero, Mario Bruno, che chiede con forza l´attivazione immediata della terapia semi-intensiva e del nuovo laboratorio analisi, l’accelerazione sulle attività di ristrutturazione del blocco operatorio e il definitivo completamento dei reparti chirurgici, con la centralizzazione al Civile delle strutture per acuti e l´istituzione della lungodegenza
«Sanità, più rispetto per la città di Alghero»


ALGHERO - «E' tempo che tutti gli impegni assunti dall'assessorato alla Sanità sull'Area Socio Sanitaria territoriale competente, già previsti negli ospedali di Alghero e ricompresi tra i servizi erogabili nei presidi di Primo livello, vengano rispettati con chirurgica puntualità. Non è più possibile aspettare oltre, la città, il territorio e tutti i pazienti meritano la massima considerazione, a cui deve corrispondere quella garanzia di qualità, competenza e professionalità indispensabile quando si parla di salute». Lo sottolinea il sindaco di Alghero, Mario Bruno, che chiede con forza l'attivazione immediata della terapia semi-intensiva e del nuovo laboratorio analisi, l’accelerazione sulle attività di ristrutturazione del blocco operatorio e il definitivo completamento dei reparti chirurgici, con la centralizzazione al Civile delle strutture per acuti e l'istituzione della lungodegenza.

Mario Bruno ricorda come diventi sempre più necessario e urgente che gli stabilimenti di Ittiri e Thiesi diventino, come richiesto con forza dai sindaci del distretto, quelle moderne Case della Salute già previste nella rete territoriale di assistenza, così da attivare immediatamente la lungodegenza all'Ospedale Marino di Alghero e dedicare i reparti di medicina ai soli pazienti acuti.

«C'è poi il discorso dell'assistenza territoriale che deve necessariamente vedere innalzati gli standard dei servizi erogabili a domicilio, sgravando le strutture ospedaliere e garantendo cure più efficienti» precisa Mario Bruno. «L'Ats e la direzione dell'Assl facciano ogni sforzo perché si accorcino le tappe per l'attivazione della terapia intensiva, specialità propedeutica all'innalzamento generale dell'attività chirurgica. Ci sono i locali e il concorso per i medici è indetto. Non si perda altro tempo, Alghero e gli Algheresi hanno atteso fin troppo e non sono più disposti ad assistere alle inefficienze ancora oggi riscontrabili in alcuni reparti. Come non è accettabile assistere ancora al continuo trasporto di pazienti in altri ospedali quando le professionalità e le competenze presenti ad Alghero garantirebbero loro un'adeguata assistenza» conclude il sindaco Mario Bruno.
Commenti
17:26
Già utilizzata a Sassari dal 2017, grazie ad un corso svolto nei giorni scorsi ha consentito a medici anestesisti e specializzandi di affinare la metodica, considerata valida alternativa all´anestesia generale nella chirurgia senologica
15/2/2019
Il decollo ieri notte dall´aeroporto di Alghero. Ad attendere il piccolo paziente e la famiglia, un´equipe specializzata. Il bimbo sarà sottoposto ad un intervento d´urgenza
15/2/2019
Nei giorni scorsi, hanno siglato il nuovo contratto e sono stati assegnati temporaneamente alle strutture del Dipartimento delle Professioni sanitarie dell´Aou di Sassari
14/2/2019
La Giunta regionale ha dato il via al “Percorso diagnostico terapeutico assistenziale per la sclerosi multipla in Regione Sardegna”. Lo scopo è di garantire un modello assistenziale al quale professionisti, aziende sanitarie pubbliche e private e cittadini sono chiamati a rifarsi per avviare processi continui di miglioramento
13/2/2019
Ieri mattina, a Cagliari, l´Assessorato regionale della Sanità e le organizzazioni sindacali hanno firmato l’accordo integrativo sulle risorse aggiuntive del trattamento accessorio per i lavoratori del comparto Sanità, secondo quanto stabilito dall’ultima Finanziaria regionale
© 2000-2019 Mediatica sas