Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaTasseReis, Mura: azioni concrete
Red 7 dicembre 2018
Al via la parte attiva del Reddito di inclusione sociale. «Non proclami, ma azioni concrete», ha dichiarato l´assessore regionale del Lavoro Virginia Mura
Reis, Mura: azioni concrete


CAGLIARI - Entra nel vivo l’avviso Carpediem, misura dell’Assessorato regionale del Lavoro a supporto del Reddito di inclusione sociale, istituito con la Legge regionale n.18 del 2016. È al via il catalogo dei progetti di inclusione sociale e lavorativa, in favore delle famiglie e delle persone in condizioni di disagio economico e sociale, che percepiscono il sussidio economico regionale.

«Si tratta di un’azione concreta, da non confondere con i proclami che stiamo subendo in questo periodo - dichiara l’assessore regionale del Lavoro Virginia Mura - Siamo in grado di prendere in carico le famiglie sarde in situazione di povertà, attraverso una misura già operativa, sia in ragione di robusti finanziamenti attinti dal Fondo sociale europeo, sia grazie all’esistenza in Sardegna di una riorganizzata rete dei Centri per l’impiego». Ai beneficiari del Reis saranno destinati una serie di interventi e di percorsi personalizzati, capaci di sottrarre dallo stato di povertà un bacino potenziale di migliaia di famiglie: una serie di interventi, finalizzati all’attivazione dei destinatari del Reis.

I progetti sono stati proposti da organizzazioni del Terzo settore, soggetti autorizzati allo svolgimento di attività di intermediazione, soggetti sociali solidali, Enti di gestione pubblico-privata ed Agenzie formative accreditate. Il compito di selezionare i percorsi personalizzati, che vanno a comporre il catalogo (in fase di implementazione fino a giovedì 20 dicembre, termine della proroga dell’avviso Carpediem) e seguirne gli esiti è affidato ai Plus della Sardegna. In ciascuno dei venticinque Piani locali unitari dei servizi alla persona, dovrà essere operativa un’unità tecnica multisciplinare, formata da diverse figure, come, tra le altre, assistenti sociali dei Comuni e personale delle Aziende sanitarie locali. Nel gruppo di lavoro rivestono un ruolo centrale i funzionari dei Centri per l’impiego di riferimento nei singoli territori.

Ieri mattina (giovedì), si è chiuso il ciclo di incontri di monitoraggio nell’Assessorato regionale del Lavoro. La serie di appuntamenti, molto partecipata, è il segno di un coinvolgimento dal basso di tutti gli attori chiamati alla realizzazione della parte attiva del Reis, con l’obiettivo di alleggerire le incombenze amministrative, cronicamente e storicamente assegnate ai Plus. All’incontro, presieduto dell’assessore Mura, con l’intervento dei dirigenti dell’Assessorato, hanno partecipato i rappresentanti di tutti i Plus della Sardegna.

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
21:55 video
Il caos cartelle pazze travolge l´assessorato alle Finanze, ma il quadro dipinto dall´ex delegato del Comune di Alghero è decisamente ombroso rispetto alla gestione finanziaria delle passate amministrazioni. Tanchis promuove il suo operato e attacca a testa bassa. «Dal giorno del mio insediamento ho dovuto occuparmi della gravissima situazione in cui versava la Secal con più di 68milioni di crediti al 2014, senza essere in grado di fare la riscossione coattiva». Parole di Gavino Tanchis che nel corso della conferenza stampa lancia un pesantissimo j´accuse all´indirizzo soprattutto della decennale esperienza amministrativa del Centrodestra. Il video sul Quotidiano di Alghero.
11:55 video
Il caos cartelle pazze travolge Gavino Tanchis che parla di «problema risolto». L´ex assessore in una conferenza stampa annuncia l´uscita dalla maggioranza ad Alghero del Partito dei Sardi ma le due consigliere comunali, Millanta e Boglioli, non lo seguono e disertano la conferenza. Critiche anche ai partiti di opposizione. Ecco le sue parole
21:07
Anche il Partito sardo d´azione commenta la querelle Step, che tanto sta facendo discutere ad Alghero, sia in politica, sia nella vita di tutti i giorni, con i cittadini algheresi che hanno timore di ricevere la “cartella pazza” come pessimo augurio natalizio
10/12/2018
«Eppure, siamo stati facili profeti. Le cartelle pazze si potevano e dovevano evitare con un maggiore ascolto ed attenzione a quella forza politica, che aveva sommamente contribuito alla sua elezione, che invece è stata, prontamente “rimpiazzata” da altre forze estranee all’alleanza elettorale e al programma sottoscritto, certamente, a suo dire, sempre per il bene della città e in prima persona singolare, come sua inveterata abitudine», si legge in una nota congiunta firmata dal Coordinamento cittadino e dal gruppo nel Consiglio comunale di Alghero
9/12/2018
Riscossione dei tributi, Pais: «facciamo un referendum per chiedere ai cittadini se sono a favore della privatizzazione, dopo l’assessore Tanchis, si dimetta anche il sindaco»
10:45
«Dopo le dimissioni dovute dell’Assessore Tanchis bene farebbe il Sindaco a seguire l’esempio del suo ex fedele». Piras e Salaris si dicono estremamente preoccupati e chiedono la convocazione del Consiglio comunale di Alghero
10/12/2018
«Nel luglio 2016, poco più di due anni fa, dopo l´approvazione da parte della Maggioranza della delibera per l´assegnazione della riscossione coattiva, in un nostro comunicato scrivemmo: “non possiamo che essere molto preoccupati per i risvolti che questa decisione potrebbe avere per il futuro di molti cittadini algheresi che dovrebbero essere, da chiunque governa (con noi lo sarebbero), salvaguardati”», ricordano i portavoce del Movimento 5 stelle in Consiglio comunale di Alghero Roberto Ferrara e Graziano Porcu, con una nota che spazia dall´esternalizzazione del servizio di riscossione coattiva alle dimissioni dell´assessore Gavino Tanchis
© 2000-2018 Mediatica sas