Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaEnogastronomia › A tavola con i Diavoli rossi
Red 7 dicembre 2018
Ufficiali e cucinieri della Brigata Sassari in un reading di Elisa Pistis e Diego Coscia. L´appuntamento è domani sera, a Palazzo Siotto, in Via dei Genovesi 114, a Cagliari
A tavola con i Diavoli rossi


CAGLIARI - Cento anni sono passati dalla fine del primo conflitto mondiale, la prima guerra ad aver coinvolto non soltanto i soldati impegnati al fronte, ma gran parte della popolazione mondiale. Non in tutte le regioni d’Italia si da sufficiente importanza al ricordo di questa guerra, che registro vittime tra i giovani di ogni città e di ogni paese; una guerra al cui termine si formò un equilibrio tanto precario da portare nel giro di vent’anni al secondo conflitto mondiale.

Generalmente, si ricordano gli eventi principali delle guerre: il casus belli, le date, le alleanze, i vinti ed i vincitori. Sentiamo parlare di strategie militari, di armi, di trincee; incontriamo storie di estremo coraggio, di lealtà, di fratellanza, ma anche di diserzione, di resa, di paura; leggiamo le testimonianze terribili delle sanguinose battaglie, gli assalti, le grida di attacco e quelle di dolore. Sentimenti ed emozioni umane si condensano nel contesto estremo della guerra. Ma c’è un altro aspetto, sorprendente, umanissimo, a volte tralasciato o considerato di minore importanza: il cibo, la “convivialità”, durante la permanenza nelle trincee.

Incontrando e studiando l’affascinante (e mitizzata) storia della Brigata Sassari, l’unica composta da soldati provenienti dalla stessa regione, la Sardegna, è stato scoperto come la sardità che rendeva unica quella Brigata si riflettesse nel tentativo di condividere le abitudini culinarie sarde anche la dove non si sarebbe pensato. Un modo singolare e divertente di alleviare le sofferenze e superare le difficoltà di un conflitto estremo. Il reading teatrale, degli attori Diego Coscia ed Elisa Pistis, avrà luogo domani, sabato 8 dicembre alle 21 a Palazzo Siotto, in Via dei Genovesi 114, a Cagliari.

«I testi che abbiamo scelto e che costituiscono l’ossatura della cena letteraria sono testimonianze tratte dai libri di memorie scritti, dopo la guerra, da alcuni ufficiali della Brigata Sassari. La convivialità e la buona cucina, ancora oggi aspetti peculiari della cultura sarda, costituivano anche al fronte un’occasione di condividere, di fraternizzare con i propri compagni d’armi. Si tratta perciò di testi divertenti, che riflettono momenti goliardici e che trasmettono al pubblico un clima di allegria. Si parla di “banchetti” che i sardi preparavano, impegnandosi ed ingegnandosi per trovare ingredienti, cibi diversi, senza dimenticarsi la propria origine. Organizzare talvolta un momento di condivisione a tavola, si tramutava nell’occasione di combinare scherzi, di cantare, di danzare, di stare allegri», dichiarano gli organizzatori. Per ulteriori informazioni e prenotazioni, si può inviare una e-mail all'indirizzo web info@fondazionegiuseppesiotto.org, o telefonare al numero 070/0981911.
Commenti
10/12/2018
Da venerdì a domenica, è in programma l’evento promosso dal Comune di Alghero, dalla Fondazione Alghero e dall´Associazione nazionale Città dell’olio con incontri, degustazioni, folklore, musica e percorsi d’arte per celebrare l’olio extravergine
© 2000-2018 Mediatica sas