Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaTeatro › Al Parodi in scena Il veleno del teatro
M.P. 8 dicembre 2018
Domenica 9 dicembre alle 19 andrà in scena la Compagnia Teatro Zeta dell’Aquila con “Il veleno del teatro”, di Rodolf Sirena, con la regia di Brando Minnelli che riprende la versione di Pino Micol
Al Parodi in scena Il veleno del teatro


PORTO TORRES - Proseguono le serate all’insegna del teatro contemporaneo al Teatro Parodi di Porto Torres, con la XXIX edizione del Festival Etnia e Teatralità, curato dalla Compagnia Teatro Sassari. Domenica 9 dicembre alle 19 andrà in scena la Compagnia Teatro Zeta dell’Aquila con “Il veleno del teatro”, di Rodolf Sirena, con la regia di Brando Minnelli che riprende la versione di Pino Micol. Sul palco saranno protagonisti Manuele Morgese e Salvatore Della Villa, con le scene e i costumi di Lorenzo Catuli.

Il Veleno del teatro del drammaturgo spagnolo-valenziano Rodolf Sirera è un testo del 1978 che ha avuto diverse edizioni in Spagna e traduzioni in tutta Europa. Sirera mette a confronto le tendenze che hanno dominato il dibattito teorico sul teatro negli ultimi tre secoli. Una scrittura quasi da thriller, una trama ricca di spunti, come la mescolanza di temi universali e le differenze tra classi sociali, la lotta per la vita e il senso (o non senso) della morte, ha reso questo testo uno dei grandi classici della produzione iberica e tra le più importanti espressioni del teatro catalano contemporaneo. Dall’incontro tra il regista e attore Pino Micol e Sirera si deva la prima rappresentazione di questo testo in Italia, nel 2015.

Un nobile, verso la fine del settecento, alle soglie della rivoluzione francese, invita un attore molto famoso nel suo palazzo per chiedergli di esibirsi per lui e per lui solo, in esclusiva; può permettersi qualsiasi prezzo per soddisfare quello che “sembra” solo un capriccio. Sulle prime il giovane attore Gabriel è riluttante ma poi il danaro, la vanità, la passione per l’esibizione hanno la meglio su di lui. La vicenda ruota intorno al tema della realtà scenica, soprattutto intorno ai suoi limiti. La verità della scena si fonde con la finzione del ruolo giocato dal marchese e si confonde durante il dialogo fra i due.

Ingresso 10 euro (8 ridotto), abbonamento a 9 spettacoli 63 euro, mini-abbonamento a 6 spettacoli 42 euro. Per informazioni: pagina Facebook della Compagnia Teatro Sassari.
© 2000-2018 Mediatica sas