Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaElezioni › Suppletive ai Progressisti: Frailis vola alla Camera
Red 21 gennaio 2019
Sarà il 62enne giornalista candidato per i Progressisti di Sardegna ad andare a Roma per occupare lo scranno lasciato dal dimissionario Andrea Mura. Solo il 15,56percento degli aventi diritto si sono recati nei 305 seggi allestiti nei Comuni di Burcei, Cagliari, Maracalagonis, Monserrato, Quartucciu, Quartu Sant´Elena, Sinnai e Villasimius
Suppletive ai Progressisti: Frailis vola alla Camera


CAGLIARI - Sarà il 62enne giornalista Andrea Frailis, candidato per i Progressisti di Sardegna, ad andare a Roma per occupare lo scranno lasciato dal dimissionario Andrea Mura. Questa la decisione degli elettori che hanno votato alle elezioni suppletive per un posto alla Camera dei deputati.

Frailis è stato il più votato, con 15.581 preferenze (su 38.510), pari al 40,46percento dei votanti. Alle sue spalle, il 46enne ingegnere ambientale ed assessore del Comune di Carbonia Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) con 11.139 voti (28,92percento), la 42enne psicoterapeuta Daniela Noli (Centrodestra: Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) con 10.707 voti (27,8percento) ed il 45enne allenatore di pallavolo Enrico Balletto (Casapound) con 1.083 voti (2,81percento).

Ma questa tornata elettorale verrà ricordata soprattutto per l'eccezionale astensionismo registrato [LEGGI]. Solo 39.101 elettori (su 251.649 aventi diritto), pari al 15,54percento, si sono recati nei 305 seggi allestiti nei Comuni di Burcei, Cagliari, Maracalagonis, Monserrato, Quartucciu, Quartu Sant'Elena, Sinnai e Villasimius. Alle 12 aveva votato il 4,38percento, mentre alle 19 si era arrivati al 12,05percento.

Nella foto: Andrea Frailis
Commenti
20/4/2019 video
Serio e professionale, ben voluto e determinato. Con un sogno: far avvicinare cittadini comuni, distanti e spesso bruciati dai partiti, all´impegno civico. Francesco Marinaro non si da per vinto e parla pubblicamente di quello che rimane il suo obbiettivo. Già candidato sindaco nel 2012, nel generale panico in cui stanno candendo i principali partiti di destra alla disperata ricerca dell´uomo giusto su cui puntare alle Comunali di giugno, lui rimane certamente una figura di alto valore. Le sue parole al microfono del Quotidiano di Alghero a due mesi (57 giorni) dalle elezioni.
© 2000-2019 Mediatica sas