Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaCronaca › Merci contraffatte: sequestro a Cagliari
Red 7 febbraio 2019
Nel prosieguo delle quotidiane attività di controllo finalizzate al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, le Fiamme gialle del Comando provinciale hanno effettuato diversi interventi che hanno interessato il capoluogo
Merci contraffatte: sequestro a Cagliari


CAGLIARI - Nel prosieguo delle quotidiane attività di controllo finalizzate al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari hanno effettuato diversi interventi che hanno interessato il capoluogo. Durante un servizio di perlustrazione, i Baschi verdi di Cagliari, nella centralissima Via Manno, hanno individuato un bengalese intento alla vendita di calamite, cinture, foulard, cappellini ed occhiali, per complessivi 174 articoli, in violazione alla normativa regionale vigente, in quanto privo della licenza per il commercio nelle aree pubbliche.

Sempre nel capoluogo, le Fiamme gialle di Cagliari ed Iglesias hanno rinvenuto un borsone ed una busta di plastica abbandonati da ignoti vicino alla fermata degli autobus in Piazza Matteotti. All’interno, sono stati rinvenuti sessantaquattro articoli tra capi di abbigliamento e scarpe, recanti marchi contraffatti di famose aziende quali “Armani”, “Guess”, “Adidas” e “Nike”. In Via Roma, i finanzieri hanno rinvenuto abbandonati da un gruppo di extracomunitari, datisi alla fuga alla vista dei militari, trentacinque articoli tra capi d’abbigliamento ed accessori riportanti marchi contraffatti riconducibili ai noti brand quali “Nike”, “Louis Vuitton”, “Prada”, “Chanel” e “Michael Kors”. Nello scalo aeroportuale di Elmas, le Fiamme gialle, con i funzionari doganali, hanno trovato un cittadino di nazionalità italiana, proveniente da Istanbul, via Fiumicino, in possesso di cinque orologi dei marchi “Rolex”, “Panerai” ed “Audemars Piguet”, ed altri trentotto articoli tra accessori e capi di abbigliamento del brand “Philipp Plein”, abilmente contraffatti, che, laddove originale, avrebbero avuto un valore oltre 100mila euro.

A Carbonia, i militari, a seguito di un controllo effettuato in una società con sede nella cittadina mineraria, hanno rinvenuto 384 giocattoli in violazione alla normativa sulla sicurezza dei giocattoli essendo privi di marcatura “Ce” ovvero apposta in modo non visibile, leggibile ed indelebile. Il titolare è stato destinatario di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 10mila euro. Questi risultati si sommano a quelli già ottenuti dai militari nelle ultime domeniche quando, con le pattuglie della Polizia municipale e dei Carabinieri, hanno effettuato dei veri e propri blitz nel mercatino di Viale Trento, trovando complessivamente circa duecento articoli tra capi d’abbigliamento ed accessori di note marche di alta moda, tra cui “Gucci”, “Louis Vuitton”, “Armani”, “Fendi”, “D&G”, “Dior”, “Bulgari”, “Liu Jo” e “Burberry”. Parte della merce era stata trovata in possesso di un senegalese, segnalato alla locale Autorità giudiziaria, mentre un'altra persona è stata denunciata per resistenza a pubblico ufficiale.
20/2/2019
L´omicida di Alghero invia trentatré righe al giornale, nelle quali non fa mai il nome di Michela e non parla dei suoi figli diventati orfani di entrambi i genitori e costretti a cambiare vita
16:24
Nell’ambito dei controlli coordinati e disposti dal Comando provinciale di Sassari nel settore del contrasto del lavoro nero ed irregolare, le Fiamme gialle del Gruppo di Olbia hanno avviato un controllo in un centro massaggi estetici orientali finalizzato, tra l’altro, al controllo sulla regolarità dei requisiti professionali ed autorizzatori
21/2/2019
I finanzieri hanno conseguentemente contestato all’interessato le specifiche sanzioni amministrative per ognuna delle istanza presentate, per un importo complessivo, al massimo, di 15.793euro, segnalandolo inoltre all’Inps
19:08
Le verifiche sul bonifico hanno portato all’identificazione degli inserzionisti, due 50enni della provincia di Milano, già noti alle Forze dell´ordine. Per loro è scattata la denuncia in stato di libertà all’Autorità giudiziaria competente per il reato di truffa
17:09
I Carabinieri della Compagnia di Isili, con i colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Nuoro, nell’ambito dei predetti servizi, hanno effettuato dei controlli a carico di alcune aziende dedite al trasporto di merci per conto terzi, riscontrando diverse violazione penali ed amministrative
20/2/2019
Proseguono le azioni al contrasto dello spaccio e della diffusione di sostanze stupefacenti. Sequestrati 10grammi di hashish, 10,3grammi di marijuana e 0,43grammi di cocaina. Nove le persone segnalate alla Prefettura
© 2000-2019 Mediatica sas