Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Scientifica nella casa dell´orrore
S.O. 8 febbraio 2019
Il Reparto investigazioni scientifiche dell´arma dei carabinieri impegnato dalla giornata di giovedì nell´appartamento dove Michela è stata uccisa lo scorso 23 dicembre 2018. Si cercano dettagli e prove
Scientifica nella casa dell´orrore


ALGHERO - Al via dalla giornata di giovedì alcuni accertamenti mirati ad acquisire riscontri e prove che possano confermare la dinamica dei fatti avvenuti quel tragico 23 dicembre ad Alghero, quando Marcello Tilloca ha strangolato la moglie Michela. Sopralluogo del reparto investigazioni scientifiche dell'arma dei carabinieri nell'appartamento dell'orrore, nel popoloso quartiere di Sant'Agostino.

La confessione dell'uomo e la rapida e brutale successione di quei terribili momenti, infatti, deve ancora trovare conferme. Gli specialisti del Ris sono giunti da Cagliari per effettuare delle verifiche disposte dal titolare dell'inchiesta, il pubblico ministero Mario Leo. In occasione del sopralluogo era presente anche il difensore dell'omicida e il comandante della stazione dei carabinieri di Alghero. Il drammatico uxoricidio di Alghero rimarrà impresso per molto tempo nei ricordi di un'intera città che ha concretamente avviato quanto possibile per adottare i due minori rimasti orfani incolpevoli di tanta ferocia. Una gara di solidarietà mai vista prima, che ha immediatamente sfondato i confini cittadini e regionali grazie all'infaticabile impegno del primo cittadino algherese e di molti familiari.

Un fondo, istituito presso il Banco di Sardegna e gestito da un comitato di garanzia regolarmente costituitosi, assicurerà un futuro ai bambini che oggi vivono con la nonna a Genova. Un fatto unico in Italia che ha coinvolto associazioni, aziende e liberi cittadini che con piccole donazioni liberali alimentano il fondo. Ma l'esempio di Alghero è servito anche ad aprire la discussione in parlamento, dove è in corso una revisione sostanziale della normativa che dovrebbe garantire adeguate coperture economiche a tutti i minori, tra le prime vittime degli uxoricidi.
Commenti
18/2/2019
I militari della locale Stazione, durante i continui servizi di rastrellamento dell’agro e di controllo degli ovili, hanno rinvenuto, accuratamente occultata nella vegetazione, una pistola in buone condizioni. Sono in corso accertamenti per risalire al legittimo proprietario ed in attesa delle verifiche balistiche e dattiloscopiche dei Carabinieri del Ris di Cagliari
© 2000-2019 Mediatica sas