Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaCultura › Medaglie per i caduti della Grande guerra
Red 14 febbraio 2019
354 medaglie per i discendenti dei caduti e dei dispersi sassaresi in Friuli Venezia Giulia durante la Grande guerra. Soldati semplici, brigadieri, tenenti, sergenti nati a Sassari tra il 1891 ed il 1900
Medaglie per i caduti della Grande guerra


SASSARI - 354 medaglie per i discendenti dei caduti e dei dispersi sassaresi in Friuli Venezia Giulia durante la Grande guerra. Soldati semplici, brigadieri, tenenti, sergenti nati a Sassari tra il 1891 ed il 1900.

Il riconoscimento sarà consegnato ai parenti dei caduti grazie all'evento “Albo d'oro”, patrocinato dal Ministero della Difesa e promosso dall'Associazione nazionale combattenti e reduci durante una solenne cerimonia. L'elenco dei 354 caduti, ricordati nel tempio ossario di Udine, è pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune di Sassari ed è disponibile anche all'Informagiovani e nell'Ufficio del Servizio elettorale in Piazza Santa Caterina, nelle sedi di Punto Città, dell'Urp in Corso Angioy e nella biblioteca comunale in Piazza Tola.

Le richieste possono essere inviate, compilando il modulo presente sia sul sito, sia negli uffici, al protocollo del Comune di Sassari, in Piazza del Comune 1 o in Via Coppino 15, via pec all'indirizzo web protocollo@pec.comune.sassari.it o segreteriasindaco@comune.sassari.it. L'iniziativa è coordinata dall'Amministrazione comunale di Sassari, in collaborazione con la Brigata Sassari e con l'Associazione nazionale combattenti e reduci.

Nella foto: una precedente manifestazione
Commenti

12:21
2,8milioni di euro dalla Regione autonoma della Sardegna e dall´Arcidiocesi di Sassari per ristrutturare tre edifici ed avviare il progetto congiunto
19/2/2019
Archeologia e cultura, la Riviera del corallo investe nella promozione del territorio. Da venerdì 22 a domenica 24 febbraio, in Toscana il salone dell´archeologia e del turismo culturale
© 2000-2019 Mediatica sas