Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloConcerti › Tango Nuevo Revisited al Poco Loco
S.O. 6 marzo 2019
Viaggio sul filo delle note di “Tango Nuevo Revisited” con il sassofonista argentino Javier Girotto in trio con Gianni Iorio al bandoneon e Alessandro Gwis al pianoforte e electronics. L´appuntamento ad Alghero è per venerdì
Tango Nuevo Revisited al Poco Loco


ALGHERO - Viaggio sul filo delle note di “Tango Nuevo Revisited” con il sassofonista argentino Javier Girotto in trio con Gianni Iorio al bandoneon e Alessandro Gwis al pianoforte e electronics, protagonisti giovedì 7 marzo alle 21.30 al Jazzino di Cagliari, venerdì 8 marzo alle 22.30 al PocoLoco di Alghero e infine sabato 9 marzo alle 20.30 a Il Vecchio Mulino di Sassari sotto le insegne del Jazz Club Network firmato CeDAC nell’ambito del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna. Sbarca nell’Isola il nuovo progetto musicale del poliedrico artista di Cordoba, ispirato allo storico e felice incontro tra il fondatore del tango nuevo Astor Piazzolla e il maestro del cool jazz, il sassofonista Gerry Mulligan, da cui nacque l'album “Summit - Reunion Cumbre” – in una folgorante sintesi tra due universi sonori, con la fusione tra lo spirito del tango e gli stilemi della musica improvvisata.

“Tango Nuevo Revisited” è tema e titolo del concerto, costruito sulla falsariga dell’omonimo disco (inciso per la ACT) in cui lo Javier Girotto Trio reinterpreta brani come “Close Your Eyes And Listen”, “Summit”, “Reminiscence”, il celeberrimo “Escualo” e “Years Of Solitude” con la cifra inconfondibile del grande compositore argentino accanto a “Aire de Buenos Aires” e “Etude for Franca” di Gerry Mulligan. Un’affascinante alchimia tra gli accenti struggenti del “pensiero triste che si balla” trasfigurato da Astor Piazzolla in suggestive melodie e metriche incalzanti e la matrice jazzistica dell’ensemble di musicisti italiani e argentini che hanno preso parte alla registrazione milanese del 1974, accanto agli stessi Gerry Mulligan (sax) e Astor Piazzolla (bandoneon), riproposta in versione quasi “cameristica” sui palchi dell’Isola da Javier Girotto con il suo trio.

Un tuffo nella vivace ricca temperie culturale europea della seconda metà del Novecento sulle tracce del disco costruito intorno ai due solisti, con un’orchestra formata da Angel Pocho Gatti (pianoforte, Fender Rhodes, organo Hammond), Filippo Daccò e Bruno De Filippi (chitarre), Pino Presti (basso), un giovanissimo Tullio De Piscopo (batteria e percussioni), Alberto Baldan Bembo e Gianni Zilioli (marimbe), Umberto Benedetti Michelangeli (violino), Renato Riccio (viola) e Ennio Miori (violoncello). Una rilettura fedele all’originale ma anche e necessariamente trasformata e filtrata dalle diverse sensibilità dei tre interpreti, in equilibrio tra virtuosistici assoli e momenti di felice interplay.
Commenti
29/4/2019
Il Cedac celebra la Giornata internazionale del jazz, promossa dall’Unesco, con un duplice appuntamento con il Mark Lettieri trio, guidato dal chitarrista degli Snarky Puppy, in concerto domani al Jazzino di Cagliari e giovedì 2 maggio al Poco Loco di Alghero, sotto le insegne del Jazz club network 2019
© 2000-2019 Mediatica sas