Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTeatro › Teatro: Massironi e Citran ad Alghero
Red 2 aprile 2019
Il talento e la verve di Marina Massironi e Roberto Citran per “Le verità di Bakersfield”, di Stephen Sachs, in cartellone domani e giovedì, con un duplice appuntamento al Teatro Civico di Alghero, poi venerdì al Teatro Centrale di Carbonia e sabato al Teatro Nelson Mandela di Santa Teresa di Gallura, per la Stagione 2018-2019 de “La grande prosa”, organizzata dal Cedac, nell’ambito del Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna
Teatro: Massironi e Citran ad Alghero


ALGHERO - Ironia in scena con “Le verità di Bakersfield”, di Stephen Sachs, in tournée nell’Isola sotto le insegne del Cedac, per la Stagione 2018-2019, de “La grande prosa”, nell’ambito del Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna: la divertente e dolceamara commedia, interpretata da Marina Massironi e Roberto Citran, per la regia diVeronica Cruciani, debutterà in prima regionale domani, mercoledì 3, e giovedì 4 aprile, alle 21, con un doppio appuntamento al Teatro Civico di Alghero, per approdare venerdì 5, alle 20.45, al Teatro Centrale di Carbonia, e sabato 6, alle 21, al Teatro Nelson Mandela di Santa Teresa di Gallura, per una riflessione sul valore di un’opera d’arte e sul senso della bellezza, in rapporto alle regole del mercato, tra etica e estetica.

La pièce è incentrata sull’incontro-scontro fra un'ex barista disoccupata ed un raffinato esperto d’arte di livello internazionale sullo sfondo dell’America di oggi, terra di libertà e speranze, in cui è ancora possibile sognare di raggiungere il successo grazie al talento ed all’impegno, e magari anche ad un po’ di fortuna, ma caratterizzata da forti contrasti sociali. All’origine di tutto un (probabilmente) prezioso dipinto attribuito a Jackson Pollock finito casualmente nelle mani della donna, donde la necessità di ottenere una valutazione qualificata dell’autenticità (e dunque del prezzo) del quadro: in gioco la possibilità di rivoluzionare un’esistenza segnata da sconfitte e delusioni, un’occasione di riscatto e rinascita, una via d’uscita verso un futuro migliore.

Tra umorismo e suspense si sviluppa un dialogo serrato tra due “antagonisti”, ciascuno alle prese con un “mondo” sconosciuto, in un susseguirsi di “coups de théâtre” e mutamenti d’atmosfera, in cui l’equilibrio cambia costantemente in favore dell’uno o dell’altra, come in un duello di intelligenze e di volontà. Per la cinquantenne Maude, con alle spalle una non invidiabile serie di eventi negativi e fallimenti, costretta ad abitare in una roulotte, in una sorta di caos organizzato che riflette in certo qual mondo l’instabilità della sua vita, il peso delle ferite sull’anima, la rabbia e la rassegnazione, la profonda amarezza, ma anche la voglia di ribellarsi al destino la tela del maestro dell’espressionismo astratto rappresenterebbe la chiave per sfuggire a quella situazione difficile e quasi insostenibile. Una carta vincente, finalmente, quando la sua esistenza sembrava giunta al capolinea: quel dipinto è la scintilla che potrebbe riaccendere l’entusiasmo e la passione, o anche semplicemente la fiducia in se stessa. Per Lionel, esperto di fama mondiale, quell’incontro che mette a dura prova la sua sicurezza e la sua imperturbabilità per l’approccio alquanto “diretto” della proprietaria del quadro, con effetti grotteschi ed esilaranti, pone invece un dilemma difficile tra ambizione e ricchezza, tra l’insofferenza ed il fastidio per quell’interlocutrice così improbabile e l’etica professionale.

Nella foto (di Marina Alessi): Marina Massironi e Roberto Citran
Commenti
16:29
Quest’anno, la compagnia algherese propone un lavoro articolato in due momenti: una parte è dedicata al teatro russo di Anton Cechov e l’altra al drammaturgo americano Tenneesse Williams. Lo spettacolo andrà in scena sabato sera, al Teatro Civico Gavino Ballero
22/5/2019
Trent’anni fa, la scomparsa del più grande autore algherese. “Santutxo vol confetti”, domenica sera, al Teatro Civico, è in programma una serata per celebrare Pino Piras con canzoni e racconti
© 2000-2019 Mediatica sas