Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAnzianiCra: Pirisi e Nasone all´attacco
Red 9 aprile 2019
Il capogruppo del Partito democratico ed il consigliere comunale del Gruppo misto replicano all´intervento del Psd´Az sulla situazione della struttura di Via della Resistenza che ospitava il Centro residenziale per anziani
Cra: Pirisi e Nasone all´attacco


ALGHERO - «Oramai sta diventando un rito, per certi versi un mantra, o meglio un attacco periodico all'Amministrazione sul Centro residenziale per anziani di Via della Resistenza. Troppo spesso si parla del Cra senza conoscerne i motivi che hanno portato alle scelte riconducendole al libero arbitrio fine a se stesso degli amministratori». Inizia così la risposta alle critiche rese note alcuni giorni fa dal Psd'Az [LEGGI]. Le firme sono del capogruppo del Partito democratico Mimmo Pirisi ed il consigliere comunale del Gruppo misto Alessandro Nasone.

«Alla scelta di una nuova costruzione in un altro sito – proseguono - si è arrivati dopo una lunga discussione all'interno della Maggioranza che governa la città. E' evidente che la decisione di non ristrutturare gli edifici per ripristinare il vecchio Cra è stata presa principalmente perchè, nonostante la spesa di diversi milioni di euro di soldi pubblici, non si sarebbe ottenuta l'autorizzazione regionale al funzionamento trasferendo ad altri il problema della precarietà del complesso. La struttura non è adeguabile alle ultime normative, se non passando attraverso una demolizione e ricostruzione, con costi decisamente superiori e i problemi esecutivi legati ad un terreno con pendenza di oltre il 9percento. La struttura è molto grande quanto dispersiva (circa 8mila metri quadri rispetto ai 4mila necessari per cento ospiti), economicamente costosa da mantenere e sopratutto estremamente energivora».

«Quando il Psd'Az parla di "trascuratezza e abbandono prima" – entrano nello specifico Pirisi e Nasone - dimentica di dire che questa Amministrazione al momento del crollo era in carica da quattro anni, nei quali aveva già investito molti soldi per l'ottenimento del certificato prevenzione incendi ed altri investimenti, in accordo con i Vigili del fuoco, erano programmati per i successivi cinque anni. Non erano programmati, invece, interventi sulle coperture, nessun tecnico e tantomeno nessuno dei numerosi dirigenti che si sono succeduti ai Lavori pubblici aveva mai evidenziato criticità nei tetti. Non ci sono altre verità, i fatti sono noti a tutti, il resto è solo sciacallaggio politico. Se dallo studio affidato ad un team di ingegneri e architetti fosse emersa la possibilità di una ristrutturazione degli edifici, in grado di garantire l'autorizzazione regionale definitiva all'attività di funzionamento della residenza per anziani di Viale della Resistenza, probabilmente le scelte dell'Amministrazione sarebbero state diverse rispetto alla costruzione di un nuovo centro a Fertilia».

«Il nuovo Cra, per cui sono stati reperiti 8milioni di euro, sarà realizzato su un unico piano, rispetterà l'ultima normativa vigente e sarà la struttura più all'avanguardia di tutta la regione, un fiore all'occhiello nell'ambito delle strutture sociali. L'area di Fertilia è stata ritenuta la più idonea fra quelle a disposizione dell'Amministrazione comunale, immersa nel verde, completa di tutti i servizi, a due passi dalla spiaggia, con gli standard urbanistici più alti del territorio, poco traffico e buoni collegamenti con la città. Il vecchio Cra ha comunque un valore storico-culturale importante e deve essere sicuramente ristrutturato, ma con una destinazione pubblica differente nella quale le pendenze del terreno, le scale, i lunghi corridoi e gli ascensori non rappresentino un problema di fruizione. La sfida della prossima Amministrazione sarà proprio questa, riqualificare il complesso individuando nuove funzioni e nuove risorse. L'Amministrazione attuale ha già vinto la sua sfida (fra i tanti progetti che si è vista finanziare nel suo mandato) con la realizzazione di un nuovo e moderno Cra a Fertilia», concludono Mimmo Pirisi ed Alessandro Nasone.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas