Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroCronacaArresti › Spaccio e riciclaggio: arresto a Macomer
Red 13 aprile 2019
I Carabinieri del Nucleo Operativo di Bonorva hanno arrestato un 23enne studente con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (oltre 14chilogrammi) e riciclaggio di autovetture rubate
Spaccio e riciclaggio: arresto a Macomer


MACOMER - I Carabinieri del Nucleo Operativo di Bonorva hanno arrestato un 23enne studente di Macomer con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e riciclaggio di autovetture rubate. I militari svolgevano le indagini sul furto di una Alfa Romeo 147 rubata a Bonorva due mesi fa e la pista li ha condotti ad un capannone chiuso da anni per fallimento nella Zona industriale di Macomer. Sono bastati pochi altri controlli per accertare che il giovane studente aveva le chiavi e la materiale disponibilità del deposito.

La perquisizione ha rivelato che il capannone era stato adibito a carrozzeria per il riciclaggio di auto rubate, mentre il piano superiore era destinato ad essiccatoio per la marijuana. E’ stata rinvenuta la 147 rubata a Bonorvacompletamente smontata di parti meccaniche e di carrozzeria ed il numero di telaio cancellato. Numerose parti di altre autovetture, targhe e documenti di due veicoli rubati erano immagazzinati con cura. Ben nascosto è saltato fuori anche un panetto di quasi mezzo chilo di cocaina, oltre a diversi sacchi di marijuana già pronti per lo smercio ed altri boccioli di “erba” distesi ad essiccare, il tutto per oltre 14chilogrammi di droga.

In casa del giovane è stato trovato un altro piccolo quantitativo di marijuana ed un bilancino. A questo punto, il 23enne è stato accompagnato nella Casa circondariale di Oristano e, ieri mattina (venerdì), sottoposto ad interrogatorio di garanzia dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Oristano, che ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.
18/4/2019
I militari della Compagnia di Sassari sono riusciti ad individuare il presunto rapinatore nel giro di un paio di giorni, identificandolo in un 26enne ozierese. Questa mattina, il fermo è stato convalidato, con contestuale disposizione da parte del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari, della misura della custodia cautelare in carcere
18/4/2019
Ieri mattina, la Polizia di Stato di Olbia ha arrestato un 33enne bosniaco per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Trovati sei involucri di cellophane contenenti hashish e cocaina, per un peso complessivo rispettivamente di circa 35 e 10grammi. Inoltre, è stato rinvenuto un bilancino di precisione e 750euro in banconote di piccolo taglio
© 2000-2019 Mediatica sas