Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTeatro › Murru e Imperio a Lo Teatrì
Red 17 aprile 2019
Venerdì e sabato, il sipario del punto culturale di Alghero, in Via Manzoni, si aprirà su due spettacoli davvero suggestivi. Sul palco, Tonino Murru e Nadia Imperio
Murru e Imperio a Lo Teatrì


ALGHERO - Venerdì 19 e sabato 20 aprile, il sipario de Lo Teatrì di Alghero, in Via Manzoni, si aprirà su due spettacoli davvero suggestivi. Venerdi, dalle 20.30, sono previsti due spettacoli di cabaret-burattin marionettistico con Tonino Murru di Is Mascareddas e Nadia Imperio produzione KronicoKab.

Is Mascareddas è la storica compagnia di teatro di figura nata trent'anni fa e che può vantarsi di aver calpestato teatri e scene internazionali. In questa occasione, il grande burattinaio Murru sarà il protagonista dello spettacolo dal titolo"Dialogo con la morte": la morte, storico personaggio e protagonista del teatro di burattini, è in casa sua e fa le pulizie. Dialoga con il pubblico sul suo lavoro e disquisisce sul valore della vita e della morte. Sarcastica ed irriverente pièce nata sul testo di Elisabetta Pau scritto appositamente per il personaggio.

Nella seconda parte dello spettacolo, la grande marionettista Imperio si esibirà ne “La poltrona di Nora”. Nora, mattatrice nello spettacolo “Camminando sotto il filo”, inventrice della prima sit-down comedy del mondo, si concede qualche libertà in più leggendo dal suo inseparabile libro storie talmente inverosimili da sembrare vere. La morale? Ognuno può trovarsela da se, ed il finale è a sorpresa. Gli spettacoli sono vietati ai minori di dodici anni.

Sabato, grande protagonista sarà la musica con il concerto poetico intitolato "Breviario per notturni campestri". Dopo il successo di critica e pubblico e nove date in giro per la Sardegna, ritorna ad Alghero il concerto poetico di Massimiliano Fois. I testi recitati da Fois sono tratti dalla sua pubblicazione "Breviario per notturni campestri" edita per le edizioni Nemapress. Nello spettacolo il sacro ed il profano si fondono tra musica, parole e ricordi in una Sardegna ancestrale e magica che riecheggia tra preghiere, rituali, amori ermetici e canti dispersi nella notte. Testi e voce di Massimiliano Fois, chitarra ed armonica Quirico Solinas, percussioni Paolo Zuddas e tromba Manuele Costantino. Il primo spettacolo sarà alle 19, il secondo alle 21.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas