Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCulturaArte › Omaggio a Lia Origoni, nella Protomoteca del Campidoglio
A.B. 18 dicembre 2007
Gli interventi saranno coordinati dall'algherese Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione Salpare che organizza la serata
Omaggio a Lia Origoni, nella Protomoteca del Campidoglio


ROMA – Domani, mercoledì 19 Dicembre con inizio alle ore 16, nella sala della Protomoteca del Campidoglio di Roma, la Commissione per le politiche sociali del Comune, presieduta dall’onorevole Maria Gemma Azuni, dedica un “Omaggio a Lia Origoni”, artista sarda di La Maddalena, dagli Anni ‘40 agli Anni ‘60 acclamata nei teatri più importanti d’Europa. E’ stata Lia Origoni a firmare nel 1939 il primo contratto con un’artista stipulato dalla Tv sperimentale di Stato, l’Eiar. E’ stata lei la prima italiana ad aver interpretato “L’Opera da tre soldi” di Bertold Brecht. Ha recitato in compagnia dei più famosi artisti, tra i quali Totò, Anna Magnani, Macario, Maurice Chevalier, diretta da veri e propri “miti” del teatro quali Anton Giulio Bragaglia e Giorgio Strehler. Vedette internazionale, Lia Origoni è stata la protagonista al teatro Sistina, al Valle e al Teatro dell’Opera di Roma, al Moulin Rouge di Parigi, al Winter Garten di Berlino, alla Scala di Milano, al San Carlo di Napoli. L’ incontro con l’artista sarda sarà aperto con le motivazioni lette da Maria Gemma Azuni, promotrice già all’inizio del 2007 di un altro memorabile evento in Campidoglio, in ricordo della cantante sarda Maria Carta. Seguirà l’intervento dell’onorevole Adriana Spera, presidente della Commissione delle Elette. Centrale sarà la presenza dell’artista Lia Origoni che vive a La Maddalena e sarà intervistata da Claudia Origoni, sua pronipote e responsabile dell’Ufficio Studi della Fiera di Roma. Verrà inoltre proiettato un breve filmato del 1939, finora totalmente inedito, che riprende Lia Origoni durante una registrazione negli studi Eiar di via Asiago. La serata sarà arricchita da una esibizione musicale del quintetto a plettro “Giuseppe Anedda” che offrirà una fantasia di temi di Astor Piazzolla. Come Lia Origoni, e Giuseppe Anedda (a cui la formazione si intitola), anche Piazzolla ha trovato il grande successo soprattutto all’estero (nel suo caso in Italia) piuttosto che in patria. I due grandi artisti sardi, Anedda e Origoni, figli di una terra meravigliosa, sono con questo omaggio assimilati al grande compositore argentino. I vari interventi saranno coordinati da Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione Salpare che organizza la serata. Hanno collaborato le Associazioni dei sardi in Roma, Acrase, Circolo Quattro Mori e Il Gremio.
Commenti
16:03
Disegno, pittura, scultura e ceramica. La mostra personale di Francesco Zolo intitolata “Turre, Turres, Torres” è in programma alla libreria Koinè di Porto Torres dal 23 novembre al 3 dicembre
© 2000-2018 Mediatica sas