Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportAtletica › Meeting di Torino: Buona prova della Salvagno
Antonio Burruni 7 giugno 2008
La sprinter algherese conduce la staffetta azzurra alla vittoria nel Memorial Primo Nebiolo. Buon tempo nonostante le condizioni meteo avverse
Meeting di Torino: Buona prova della Salvagno


ALGHERO – Se i tecnici federali italiani volevano delle risposte positive da Aurora Salvagno, ieri sera le hanno sicuramente ottenute. La sprinter di Maristella ha percorso la prima frazione della staffetta 4x100, che l’Italia ha vinto in 43”85. Risultato interessante, visto che la pioggia aveva rallentato la pista e l’umidità poteva giocare brutti scherzi ai muscoli delle atlete. La staffetta azzurra, per tre quarti era esattamente quella che aveva eguagliato il record italiano sabato scorso a Ginevra. Mancava solo Anita Pistone, ferma per un attacco influenzale, ma la Salvagno non l’ha fatta rimpiangere, con una buona prestazione ed un positivo cambio con Vincenza Calì. Complessivamente buone anche le prove di Giulia Arcioni ed Audrey Alloh. Dalle cinque atlete sopraccitate, dovrebbe spuntar fuori il quartetto che parteciperà alle Olimpiadi di Pechino, mentre la quinta dovrà entrare nell’ordine di idee di volare in Cina come riserva. Le quattro azzurre hanno anticipato sul traguardo la Lituania (44”28 con Edita Lingyte, Lina Andrijauskaite, Lina Grincikaite e Audra Dagelyte), la Bulgaria (44”35 con Laleva, Eftimova, Lalova e Naimova), il Giappone (44”43 con Ota, Nobuoka, Fukushima e Takashi) e la Svizzera (45”42 con Fabienne Weyermann, Giorgia Candiani, Nicole Koller e Barbara Morza). Con questo risultato, le azzurre sono salite dal sedicesimo posto nella graduatoria allestita dalla federazione Internazionale (ultimo utile per la partecipazione a Pechino 2008), al quindicesimo. Ma nella nona edizione del “Memorial Primo Nebiolo” c’erano naturalmente anche le gare individuali. Le partecipanti alle gare dei 100 metri piani sono state divise in tre serie. Mentre la serie A (+1,00) è stata vinta dalla statunitense Angela Williams, in 11”21, al fotofinish sulla britannica Emma Ania (quarta in 11”45 la Calì, unica azzurra al via), la serie B, corsa con un vento contrario quasi impercettibile (-0,1) ha visto l’azzurra di origini ivoriane Alloh, vincere in 11”63, proprio davanti alla Salvagno, che ha chiuso in 11”75. Terza la lituana Lingyte, che ha preceduto sul traguardo le azzurre Doris Tomasini (11”84) e la Arcioni (11”89). La serie C (+0,5), ha visto sol l’elvetica Candiani chiudere sotto i dodici secondi (11”87).

Nella foto: Aurora Salvagno
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas