Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCronacaCronaca › La Maddalena: Finanza all´Ente Parco
Red 14 gennaio 2010
l maresciallo Francesco Coda e i suoi uomini, che hanno avuto disposizioni dal Capitano Cesare Antuofermo, hanno acquisito ulteriori documenti che riguarderebbero l´indagine in corso sui fari di Razzoli e Santa Maria
La Maddalena: Finanza all´Ente Parco


LA MADDALENA - Gli uomini della Guardia di Finanza di Palau si sono presentati stamane poco dopo le 9,30 nella sede dell'Ente Parco per acquisire alcuni documenti. Il maresciallo Francesco Coda e i suoi uomini, che hanno avuto disposizioni dal Capitano Cesare Antuofermo, hanno acquisito ulteriori documenti che riguarderebbero l'indagine in corso sui fari di Razzoli e Santa Maria, che se ne era occupata anche Striscia la Notizia, e sulla gestione amministrativa e contabile dell'Ente. I militari hanno trascorso circa tre ore all'interno dei vari uffici e raccolto vario materiale.
Commenti
17/4/2015
Un 50enne si è chiuso dentro la propria abitazione minacciando di fare esplodere l’immobile utilizzando delle bombole del gas custodite all’interno
18/4/2015
Nella notte, un uomo si è suicidato lanciandosi dalla finestra del proprio appartamento, sito al quarto piano
16/4/2015
I professionisti, secondo le Fiamme Gialle, avrebbero falsificato le "carte" per evitare il crac del gruppo imprenditoriale. Interdetti un avvocato, un notaio e cinque commercialisti, mentre un imprenditore è sottoposto all´obbligo di dimora
17/4/2015
Indiziate la ginecologa e l´ostetrica di turno martedì 14 aprile. «Atto dovuto», dichiarano dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania
17/4/2015
Decoro urbano e senso civico. Queste due tematiche sono state toccate durante l´ultimo consiglio. Nello spazio dedicato alle brevi segnalazioni, in apertura di seduta, è stata la consigliera comunale Carla Fundoni a puntare i riflettori su due problematiche
17/4/2015
I tre giovanissimi, interrogati dalla Polizia alla presenza dei genitori, alla fine hanno ammesso le loro responsabilità e hanno raccontato di averlo fatto perché spinti dalla noia e senza riflettere sulla gravità del gesto
© 2000-2015 Mediatica sas