Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCulturaArte › Spazio Arka presenta il Festival Performing Arts
S.A. 29 aprile 2010
InterAzioni, il festival internazionale di Performing Arts, Video ed Installazioni quest’anno giunge alla XXIII edizione consecutiva, nel venticinquennale del Teatro Arka di Assemini
Spazio Arka presenta il Festival Performing Arts


CAGLIARI - Quest’anno si celebra il venticinquennale del Teatro Arka: la Scena, la Poesia, la Musica, le Arti Visuali, il Corpo. E ancora, la Videoarte, le Installazioni. Tutti i linguaggi si confrontano sul piano della “intermedialità” e della “poliartisticità”, tutto è momento di ricerca in quella che è la Art Action, la Performance dal vivo.

InterAzioni, il festival internazionale di Performing Arts, Video ed Installazioni quest’anno giunge alla XXIII edizione consecutiva, proprio mentre il Teatro Arka di Assemini celebra il suo venticinquesimo importante anniversario. Un traguardo importante, significativo perché testimone di un appuntamento ormai consolidato, che ha dato prova di saper resistere anche in tempi duri per la cultura in generale.

E già dagli anni scorsi la sua formula aveva permesso al Teatro Arka di presentarsi più forte grazie al riconoscimento di “Centro di ricerca d’interesse internazionale”, da parte dello Iapao, l’International Association of Performing Arts Organizers e alla nomina di Massimo Zanasi come responsabile artistico dell’istituto per l’intera area mediterranea.

Per sottolineare tutto questo, non più solo Cagliari, ma soprattutto Assemini dove l’avventura è partita: lo Spazio Arka, Centro Polivalente della Compagnia, in via Tevere 47. E' qui che la prima settimana di aprile si è tenuta la prima parte del festival 2010 e ora venerdi 30 aprile e sabato 1 maggio (seconda parte) vengono ospitate le diverse sezioni dedicate alla performance teatrale, alla musica, alla poesia e alla videoarte.

In particolare, questa seconda parte – denominata ironicamente “Il Clan dei Marsigliesi” – è dedicata ad un’importante scambio artistico -culturale con la Provenza, attraverso l’associazione intermediale Araka e la Fondazione Objet Direct di Marsiglia. Il programma per venerdì 30 aprile prevede Mario Pischedda (Sardegna) con “Surprise” (con Bruno Bellinzis); Nicolas Gerber (Svizzera)con “Gin Sekaï - a silver world”; Mélodie Duchesne (Indonesia-Francia) con “Ombilibium Nebulum” e Akihiro Hirano (Giappone)con "Zumau" (existing).

Sabato 1 maggio alle 21, lo Spazio Arka ospiterà Il Clan dei Marsigliesi & Massimo Zanasi (Italia-Francia) con “InterActions Ensemble”; Na/Da & Reno Menat (Francia) con “Vsrk”; Marie Passarelli (Francia) con “Non dimandi che spiriti son questi che tu vedi?"; Mafalda da Camara (Portogallo) con "The Hungry Nurse" - "The Object of Love).

Nella foto: immagini dallo Spazio Arka
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas