Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportAutomobilismo › Merli vince la Scala Piccada - Classifica
Red 3 ottobre 2010
Il pilota trentino si è aggiudicato il podio a bordo della Picchio PA 4/E2. Merli, per la prima volta ad Alghero, ha ottenuto il miglior tempo assoluto
Merli vince la Scala Piccada - Classifica


ALGHERO - Cristian Merli è il vincitore della 54^ Alghero - Scala Piccada. Il pilota trentino si è aggiudicato il podio a bordo della Picchio PA 4/E2. Merli, per la prima volta ad Alghero, ha ottenuto il miglior tempo assoluto di 4'46.13 (2'23.23 nella 1^ manche e 2'22.90 nella 2^manche). Il pilota si è ben messo in evidenza sin dalle salite di prova dove ha messo a punto la giusta strategia di corsa. Con Cristian Merli al vertice della classifica assoluta anche Piero Nappi.

Il pilota napoletano con 4'53.34 ha ottenuto il secondo posto (2'25.61 e 2'27.73) a bordo Osella PA 30. Il veloce partenopeo Piero Nappi è così di nuovo salito sul podio di una gara di CIVM, questa volta al volante della prototipo monopostocon la quale ha vinto il gruppo E2/M. –“Terzo posto invece per un pilota isolano. L'arderese Franco Lasia, vincitore dell'edizione 2006, a bordo della Lola Zytek di F.3000 ritorna sul podio con il tempo di 5'00.50 (2'30.60 e 2'29.90). Il pilota di Ardara ha usato le prove e la prima manche per affinare a dovere la sintonia con la monoposto ed attaccare nella seconda e decisiva salita.

E' andata bene anche ad un altro pilota nostrano. Sergio Farris Junior che non solo se è aggiudicato il 4° posto della classifica assoluta con 5'00.96 (2'30.41 e 2'30.55) ma si è aggiudicato anche il primo posto nella classe 2000 battendo dopo un duello di fuoco il suo più temuto avversario di categoria il ragusano Samuele Cassiba, anche lui su Formula Tatuus, arrivato quinto. Sesto posto per Vincenzio Conticelli su Osella PA 20 S che ha centrato il 2° posto tra le biposto di gruppo E2/B sulla Osella PA 20/S BMW, precedendo d’i un soffio l’'ungherese Laslo Sasz su Reynard F.3000.

Da segnalare anche il nono posto del cagliaritano di Quartu Sant’'Elena Gianclaudio Dessì che ha usato la gara algherese per prendere confidenza con la potente Osella PA 30/S Zytek che guidava per la prima volta. Top ten completata dal neo Campione Italiano Velocità Montagna Simone Faggioli, che ha tenuto a battesimo la nuova Osella PA 21/S Honda EVO portandola al successo in gruppo CN. Il fiorentino, sei volte tricolore e tre volte europeo, ha apprezzato la potenzialità della vettura, pur consapevole dell’'intenso lavoro ancora necessario. Buon esordio per il figlio d'arte Antonio Lasia su Osella P A 20/S B MW, che ha concluso a ridosso della top ten.

É andata male al neo campione italiano di classe CN, il sassarese Omar Magliona, vincitore dell'edizione 2007. A 50 metri dall'arrivo la sua auto, l'Osella PA 21/S del team Faggioli si è girata su se stessa a causa di una macchia d'olio presente sull'asfalto. Sorte amara anche per Michele Camarlinghi. Il pisano campione di gruppo E2/B è stato autore di una testacoda che ne ha limitato la prestazione nella prima manche, dove ha ottenuto il secondo tempo, poi nella seconda salita un ulteriore testacoda lo ha costretto alla resa.

L'edizione 2010 della storica gara in salita, 12^ e conclusiva prova del campionato italiano velocità montagna, ha regalato quest'anno momenti di grande spettacolo. Una folla di appassionato pubblico (circa 20 mila per gli organizzatori), ha assiepato l’'intero tracciato di una delle gare automobilistiche più prestigiose e antiche d'Italia, per applaudire i protagonisti della massima serie tricolore ACI-CSAI, complice la bella giornata di sole che ha accompagnato l'’intero fine settimana sardo.

Classifica dei primi 10: 1. Christian Merli (Picchio P4) in 4’46”13; 2. Nappi (Osella FA 30 Zytek) a 7”21; 3. Lasia F. (Lola Zytek) a 14”37; 4. Farris (Tatuus F.Master) a 14”83; 5. cassibba S. (Tatuus F. Master) a 14”94; 6. Conticelli V. (Osella PA 20/S BMW) a 15”68; 7. Sasz (Reynard F.3000) a 16”57; 8. Cassibba G. (Osella PA 20/S BMW) a 17”47; 9. Dessì (Osella PA 30/S Zytek) a 19”53; Faggioli (Osella PA 21/S Honda EVO) a 21”96.

Classifica dei gruppi in gara: Gruppo E2/M: 1. Piero nappi (Osella FA 30/S Zytek) in 4’53”34; 2. Lasia (Lola Zytek) a 7”16; Farris S. (Tatuus F. Master) a 7”62; 4. Cassibba S. (Tatuus F. Master) a 7”73, 5. Sasz (Reynard F. 3000) a 9”36. Gruppo E2/B: 1. Christian Merli (Picchio P4) in 4’46”13; 2. conticelli V. (Osella PA 20/S BMW) a 15”68; 3. Cassibba G. (Osella PA 20/S BMW) a 17”47; 4. Dessì (Osella PA 30/S Zytek) a 19”53; 5. Lasia A. (Osella PA 20/S BMW) a 30”41. Gruppo CN: 1. Simone Faggioli (Osella PA 21/S Honda EVO) in 5’08”09; 2. Loffredo (Osella PA 21/S Honda)a 20”69; 3. Conticelli F, (Osella PA 21/S Honda) a 24”26; 4. Magliona (Osella PA 21/S Honda) a 1”33”20. Gruppo GT Gruppo E1 Italia: 1. Fulvio Giuliani (Lancia Delta EVO) in 5’27”09; 2. Di Giuseppe (Alfa 155 GTA9 a 6”40; 3. Sambuco (Alfa 155) a 14”69; 4. Bettera (Seat leobn Supercopa) a 39”68; 5. Cannavò (Peugeo 205) a 47”51. Gruppo E1 Internazionale: 1. Carlo Vellucci (BMW M3) in 5’50”14; 2. Mela (Lancia delta S4) a 6”39. Gruppo A: 1. Ferdinando Cimarelli (Alfa 147 Cup) in 6’03”26; 2. Leoni (Peugeot 106) a 13”17; 3. Mura (Citroen Saxo) a 15”12; 4. Salle (Citroen Saxo) a 25”49; 5. Salaris (Renault Clio R3) a 25”72. Gruppo N: 1. Mario Murgia (Mitsubishi Lancer EVO) in 6’09”52; 2. Abate (Honda Civic Type-R) a 4”04; 3. Mannu (Renault Clio RS) a 8”16; 4. Picozzi (Mitsubishi Lancer EVO) a 10”15; 5. Marino (Peugeot 106 1.6 16V) a 13”11.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas