Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaUrbanistica › Senza Puc da un decennio. Stagione politica al tramonto
Sara Alivesi 22 luglio 2011
La sospensione del Puc e il reinvio in Commissione forse riapre i giochi o forse li chiude definitivamente almeno in questa legislatura. Di certo una sconfitta per i cittadini. Sarebbe il caso che la politica facesse un passo indietro, approvando lo strumento studiato dai tecnici. Troppi gli interessi, si è toccato il fondo
Senza Puc da un decennio
Stagione politica al tramonto


ALGHERO - La sospensione del Piano Urbanistico Comunale di Alghero votata (all'unanimità) nell'ultima seduta del Consiglio comunale, riconsegna il progetto alla Commissione consiliare con la possibilità di presentare altri emendamenti fino al 15 settembre. Come se non bastassero i 346 (diversi sono stati poi ritirati) già presentati dai consiglieri dei vari partiti e coalizioni, in particolare da quella Maggioranza che avrebbe dovuto sostenere uno strumento già delineato con i tecnici incaricati, piuttosto che stravolgerlo fin dalle fondamenta.

D'altronde i tre milioni e mezzo di metri cubi proposti negli emendamenti (soprattutto dal centro-destra ma anche dal centro-sinistra), fanno pensare a un altro strumento ex novo, piuttosto che a "correzioni, variazioni, modifiche" in corso d'opera. Infatti, non ha mai convinto nessuno questo progetto "rivisitato" - per utilizzare un eufemismo - ne' l'Opposizione, ne' quella parte della Maggioranza - Udc e Gianni Cecconello - che dalla propria coalizione si sono progressivamente allontanati fino ad uscirne ufficialmente. Pur mossi da obiettivi e principi differenti, sia ben inteso.

Sarebbero queste due parti - ritrovatesi quasi per caso - ad imporre la decisione di sospensione del Piano; e gli altri a soccombere, senza i numeri per far valere la propria volontà, e riflettendo proprio nel Puc (nel Bilancio si erano salvati con i due voti recuperati da Sau e Polo dell'Udc ndr) la fragilità di un esecutivo e di una Maggioranza che non è più tale. Tutti però a sottolineare, di farlo per il bene della città, dei cittadini e delle generazioni presenti e future. Ebbene, in una logica di vinti e vincitori, a perdere sono proprio questi ultimi.

Da vent'anni si aspetta uno strumento che regolamenti e pianifichi un territorio e rappresenti quel volano dell'economia tanto invocato. Niente da fare: per le cubature affidiamoci ancora al Piano Regolatore (il Puc dei tecnici abbassa le volumetrie di un milione di metri cubi ndr) che ha permesso una crescita non armonica e sostenibile della città e dintorni; aspettiamo che quel processo di sviluppo sociale, economico e turistico aspetti tempi migliori; prendiamo una pausa per il periodo estivo che è sempre salutare; ma almeno non si adduca la giustificazione di agire in nome del popolo.

Un progetto di Piano consegnato dai tecnici nel dicembre del 2009, presentato in varie occasioni alla cittadinanza e alle associazioni di categoria, per poi passare nelle riunioni delle varie commissioni, ancora non è compatibile con il vaglio del Consiglio comunale. I tempi sarebbero più che maturi, ma probabilmente non coincidono con altri interessi, quelli che viziano un progetto di tale portata, che il Sindaco Tedde e alleati non sono in grado di sostenere da una parte, e a cui l'Opposizione (Udc e Cecconello compresi) non si sente di fare battaglia in Aula. La risposta è stata scritta ieri, in una seduta comunale farsa, proseguita tra riunioni fiume di capigruppo, partiti e via dicendo. Tutto per non ammettere una sconfitta "bipartisan". E come per le vittorie è giusto festeggiare, per le sconfitte è opportuno prenderne atto e spesso fare un passo indietro. Otto mesi sono lunghi da passare ma diventano infiniti se si è persa la rotta.
Commenti
16/10/2017
Si è svolto questa mattina un sopralluogo nelle due piazze sassaresi, con la partecipazione del sindaco Nicola Sanna, dell´assessore comunale ai Lavori pubblici Ottavio Sanna ed il progettista, l´architetto Sebastiano Pisanu
15/10/2017
Procede l´iter di approvazione definitiva del Piano di Valorizzazione e Conservazione delle Borgate storiche di Alghero. Si attende la presa d´atto dell´aggiornamento del PAI che dovrebbe essere portato in aula già ad ottobre. Borgate soddisfatte
© 2000-2017 Mediatica sas